Provocazione olandese nel Mar Nero. La Russia invia i caccia Su-30 e bombardieri Su-24

Provocazione olandese nel Mar Nero. La Russia invia i caccia Su-30 e bombardieri Su-24

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Ancora tensione alta tra Russia e paesi NATO che continuano a muoversi provocatoriamente nei pressi dei confini di Mosca con fare aggressivo. 

Questa volta è stata una fregata olandese a muoversi verso lo stretto di Kerch e quindi Mosca si è vista costretta, come da prassi in questi casi, a far decollare i suoi caccia per prevenire la violazione del confine. A renderlo noto è il ministero della Difesa russo come riporta l’agenzia Tass. 

Invece il ministero della Difesa olandese afferma che i caccia russi hanno creato una situazione pericolosa nel Mar Nero sorvolando troppo da presso la la fregata The Evertsen. L'incidente si è verificato il giorno successivo alla provocazione della nave da guerra britannica Defender al largo della Crimea con intrusione nelle acque territoriali della Russia.

"Il 24 giugno 2021 i mezzi della flotta del Mar Nero per monitorare i movimenti delle navi della NATO nel Mar Nero hanno stabilito che la fregata olandese The Evertsen ha cambiato rotta nelle acque internazionali e ha iniziato a muoversi verso lo stretto di Kerch. Per prevenire una violazione delle acque territoriali della Russia caccia Sukhoi-30 e bombardieri Sukhoi-24 sono stati fatti decollare per volare vicino alla nave navale olandese a distanza di sicurezza", ha detto il ministero della Difesa, aggiungendo che la fregata si è prontamente allontanata dal confine russo e ha continuato lungo la rotta originale.

Gli aerei hanno seguito rigorosamente le regole internazionali, ha affermato il ministero della Difesa russo.

Gli aerei sono tornati alla base dopo aver svolto il loro lavoro. 

Il Ministero della Difesa dei Paesi Bassi, invece, ha accusato i caccia russi di essersi pericolosamente avvicinati alla fregata olandese Evertsen nel Mar Nero, creando una situazione pericolosa. Secondo il ministero l'incidente è avvenuto giovedì scorso, quando la nave da guerra è rimasta a sud-est della Crimea. "Gli aerei hanno ripetutamente molestato l'Evertsen tra le 15:30 e le 20:30 ora locale", hanno affermato i vertici del ministero olandese.

Secondo la parte olandese, "i caccia erano armati di bombe e missili aria-superficie destinati a colpire bersagli dall'alto" e "volavano pericolosamente vicini e bassi (sopra la fregata), simulando attacchi". Inoltre, la fregata ha subito interruzioni delle sue apparecchiature elettroniche dopo il sorvolo. 

Insomma, dopo i britannici anche gli olandesi hanno constatato che bisogna andarci cauti con le provocazioni verso Mosca. 

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La tigre di carta è nuda di Clara Statello La tigre di carta è nuda

La tigre di carta è nuda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi di Pasquale Cicalese Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi

Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti