Produzione industriale: da inizio anno -42,5%. La salvezza del paese passa per gli Stati Generali di Cartapesta?

Produzione industriale: da inizio anno -42,5%. La salvezza del paese passa per gli Stati Generali di Cartapesta?

"Occorre un piano, subito. Perchè qui per il 2021 non rimane in piedi praticamente nulla."

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Giuseppe Masala
 

La produzione industriale ad Aprile segna un -19% sul mese di Marzo, che già aveva fatto registrare un -28% su Febbraio. Tutto questo per un totale, dall'inizio dell'anno di un -42,5% di produzione industriale. Dati questi che non è azzardato definire ferali e che non mettono in dubbio solo la sopravvivenza del nostro tessuto economico e finanziario (avete idea dello tsunami di prestiti incagliati e insolventi che le nostre banche dovranno fronteggiare?) ma anche della tenuta sociale del paese.
 

E qui si perde tempo in estenuanti giri di valzer e pantomime da format televisivo come gli Stati Generali di Cartapesta dove la classe dirigente inetta e responsabile della trentennale deriva del paese proverà ad arraffare/prenotare le risorse che si ritiene in futuro arriveranno. Chiacchiere e distintivo, perchè il Recovery Plan non arriverà mai nella misura in cui la Commissione Europea ha proposto. E comunque le risorse inizieranno a fluire in misura decente non prima del 2022 quando il nostro tessuto industriale sarà in necrosi irreversibile. Sempre da tener conto il fatto che non sappiamo manco se l'Ue nel 2022 ci sarà ancora. Ma sperare che una classe dirigente di inetti riesca ad avere una visione di prospettiva è semplicemente una pia illusione.


E' come se li stessi vedendo a Villa Pamphilj mentre fanno sfoggio dei loro vestiti sartoriali e dei loro orologi da 20mila euro a raccontarci le solite lagne: Confindustria che spara cazzate su grandi piani infrastrutturali per accontentare la lobby del cemento e i sindacati che propongono piani di "riqualificazione" per i lavoratori che perdono il lavoro naturalmente i corsi li faranno loro, inutili come da venti anni a questa parte, ovvero da quando Ciampi si inventò la "conscertazzioné" ovvero dare soldi ai sindacati perchè stessero zitti mentre si scippavano i diritti ai lavoratori. E ora siamo all'epilogo: al Grand Guignol di Villa Pamphilj dove in realtà l'unica cosa che conta è arraffare il più possibile della presunta torta in arrivo. Come la Corte di Re Sciaboletta Vittorio Emanuele III prima dell'annuncio dell'Armistizio questi arraffano più che possono prima della Disfatta Finale e della fuga a Pescara.


Occorre un piano, subito. Perchè qui per il 2021 non rimane in piedi praticamente nulla.

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Meloni al contrattacco di Pasquale Cicalese Meloni al contrattacco

Meloni al contrattacco

La rete di ingerenza creata dagli Stati Uniti contro Cuba di Andrea Puccio La rete di ingerenza creata dagli Stati Uniti contro Cuba

La rete di ingerenza creata dagli Stati Uniti contro Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti