Presidenziali Libia. Accolto ricorso Saif Gheddafi

Presidenziali Libia. Accolto ricorso Saif Gheddafi

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

La corte d'appello di Sabha ha accolto, ieri, il ricorso di Saif Al-Islam Gheddafi contro il rigetto della sua candidatura presidenziale da parte della Commissione delle elezioni presidenziali(HNEC), riammettendo il figlio di Muammar Gheddafi nella corsa alla presidenza della Libia per il prossimo  24 dicembre, salvo rinvii.

In vista della sentenza, decine di sostenitori di Saif Gheddafi si sono radunati fuori dal tribunale di Sabha. Dopo la sentenza, i sostenitori hanno celebrato la decisione che è stata vanificata nei giorni scorsi, si ipotizza, a causa del blocco delle strade verso il tribunale da parte delle forze pro-Haftar e delle minacce ai giudici.

Martedì scorso, il capo della sicurezza di Sabha, Mohammed Behser, ha accusato Haftar e suo figlio Saddam di aver ordinato alle loro forze di rovinare il processo elettorale, aggiungendo che il battaglione 115 sotto il comando di Mohammed El-Jarih, oltre alla brigata Tariq bin Ziyad, all'interno della zona militare sud avevano bloccato le strade per il tribunale di Sabha negli ultimi giorni.

L'incidente è stato condannato dal ministero della Giustizia, dal ministero dell'Interno, dalla commissione per gli affari interni della Camera dei rappresentanti, dall'UNSMIL e dall'ambasciata del Regno Unito in Libia.

 

Il sito Jamahiriya, vicino a Saif al-Islam, ha riportato quanto segue: "Il canale Jamahiriya si congratula con i libici per aver accolto l'appello presentato contro l'esclusione del dottor Saif al-Islam dalle elezioni e chiede di celebrare la vittoria della volontà popolare."

Il canale ha aggiunto che ci sono state ampie celebrazioni popolari e una grande accoglienza in tutte le città libiche accettando l'appello e il ritorno di Saif al-Islam alle elezioni.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan... di Francesco Santoianni Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa di Pasquale Cicalese 30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa

30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo di Gilberto Trombetta Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli di Michelangelo Severgnini A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti