Netanyahu definisce un “tragico errore” il bombardamento di Rafah

Netanyahu definisce un “tragico errore” il bombardamento di Rafah

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

"A Rafah abbiamo già evacuato circa un milione di residenti non combattenti e, sebbene il nostro più grande sforzo sia quello di non danneggiare civili innocenti, sfortunatamente la notte scorsa si è verificato un tragico errore. Stiamo indagando sul caso e raggiungeremo le conclusioni perché questa è la nostra politica". Ieri, il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha voluto dare questa spiegazione cinica per giustificare che l’attacco mortale a Rafah, che ha ucciso decine di persone.

Reazione internazionale

Da parte sua, il responsabile dei diritti umani delle Nazioni Unite, Volker Türk, ha espresso  il suo orrore per la nuova perdita di vite civili nella città di Rafa. "Prendo atto che l'IDF ha annunciato una revisione, ma ciò che è sorprendentemente chiaro è che attaccare un'area del genere, densamente popolata di civili, era un risultato del tutto prevedibile ", ha osservato.

L'alto rappresentante delle Nazioni Unite ha inoltre sottolineato l'importanza che "tali revisioni portino alla responsabilità e al cambiamento delle politiche e delle pratiche". "Le immagini dal campo sono orribili e non indicano alcun cambiamento apparente nei metodi e nei mezzi di guerra utilizzati da Israele, che hanno già causato così tante morti civili", ha detto Türk.

Lo stesso giorno, diversi paesi dell'America Latina hanno condannato i bombardamenti israeliani contro il campo per sfollati palestinesi. I governi della regione ritengono che l’attacco violi il diritto internazionale umanitario e le misure imposte dalla Corte internazionale di giustizia a Tel Aviv. 

--------------------------------------------------------

A GAZA LA SITUAZIONE UMANITARIA E' FUORI CONTROLLO. LA PULIZIA ETNICA DECISA

C'E' UNA ONG, GAZZELLA ONLUS, CHE NON SI ARRENDE A QUESTE BARBARIE E OGNI GIORNO, EROICAMENTE, PORTA BENI DI PRIMA NECESSITA' ALLA POPOLAZIONE STREMATA




L'ANTIDIPLOMATICO E LAD EDIZIONI, INSIEME A Q EDIZIONI, E' IMPEGNATA ALLA RACCOLTA FONDI PER LA POPOLAZIONE DI GAZA

ACQUISTANDO IL LIBRO "IL RACCONTO DI SUAAD - PRIGIONIERA PALESTINESE" DAL NOSTRO SITO CONTRIBUIRETE ATTIVAMENTE ALL'INVIO DI AIUTI ALLA POPOLAZIONE DI GAZA

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Israele arranca – Salvo Ardizzone di Giacomo Gabellini Israele arranca – Salvo Ardizzone

Israele arranca – Salvo Ardizzone

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza di Michele Blanco Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Piketty e le conseguenze economiche dell'ineguaglianza

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti