Mahmoud, 12 anni assassinato dagli occupanti israeliani. Possiamo continuare a tacere?

Mahmoud, 12 anni assassinato dagli occupanti israeliani. Possiamo continuare a tacere?

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


I ragazzi che vediamo ritratti in queste foto, sono il diciassettene Osama Mahmoud Asan Adawi e il dodicenne Mahmoud Samoudi (12 anni!): sono stati uccisi entrambi nei giorni scorsi in Palestina, dagli occupanti israeliani, il primo il 13 ottobre, morto sul colpo, e l'altro in ospedale, lo stesso giorno, dopo due settimane di agonia, essendo stato ferito da proiettili all'addome il 28 settembre.

 
 
 



Quello in Palestina appartiena al novero dei cosiddetti "conflitti dimenticati", dei quali si parla poco, sui quali non si mobilita l'ONU e meno che mai la UE, e a Israele nessuno si sogna di applicare sanzioni. Eppure è un conflitto spaventosamente ineguale, data la sproporzione dei mezzi tra palestinesi e israeliani, e data la complicità con i governi israeliani della cosiddetta "comunità internazionale" e l'inerzia politica dei Paesi Arabi.

Un'oppressione scandalosa, un lento genocidio, che colpisce soprattutto i giovani maschi, i ragazzi, i bambini... Vengono stroncate le giovani vite, quelle che domani potrebbero essere i resistenti, i futuri partigiani della resistenza palestinese all'occupazione.

Nel solo 2022 l'esercito (con la volenterosa collaborazione dei "coloni") ha ucciso 45 bambini e adolescenti: solo nei giorni 5-7 agosto 17 ragazzini sono stati eliminati in una offensiva dell'esercito israeliano nella Striscia di Gaza. In fondo pochi, se si paragona questo totale a quello dell'anno precedente: nel 2021 soldati e civili armati (ancora i "coloni", che ormai costituiscono una sorta di esercito parallelo) , hanno trucidato 78 bambini e ragazzi palestinesi.

Possiamo continuare a tacere? Possiamo soltanto parlare di Ucraina? Possiamo assistere impotenti a questo scandalo? Se una SInistra esiste, o piuttosto vuole esistere, rinascendo dalle sue ceneri, deve mobilitarsi, in permanenza, a fianco del popolo palestinese e della sua lotta di liberazione.

(Referenza fotografica: AURDIP, Association des Universitaires pour le Respect du Droit International en Palestine).
 
 

Angelo D'Orsi

Angelo D'Orsi

Laureato, in Filosofia del Diritto, con Norberto Bobbio, nel 1972. Professore ordinario di Storia delle dottrine politiche all'Uuniversità di Torino. Autore di "Gramsci. Una nuova biografia."

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

28 luglio: la (vera) posta in gioco in Venezuela di Geraldina Colotti 28 luglio: la (vera) posta in gioco in Venezuela

28 luglio: la (vera) posta in gioco in Venezuela

Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino" di Clara Statello Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino"

Il Congresso Usa ha deciso: "fino all'ultimo ucraino"

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

25 aprile: la vera lotta oggi è contro il nichilismo storico di Leonardo Sinigaglia 25 aprile: la vera lotta oggi è contro il nichilismo storico

25 aprile: la vera lotta oggi è contro il nichilismo storico

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

L'impatto che avrà il riarmo dell'Ue nelle nostre vite di Pasquale Cicalese L'impatto che avrà il riarmo dell'Ue nelle nostre vite

L'impatto che avrà il riarmo dell'Ue nelle nostre vite

Il "piano Draghi": ora sappiamo in cosa evolverà l'UE di Giuseppe Masala Il "piano Draghi": ora sappiamo in cosa evolverà l'UE

Il "piano Draghi": ora sappiamo in cosa evolverà l'UE

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti