L'Ucraina ha schierato armi vietate dagli accordi di Minsk vicino alla linea di contatto

L'Ucraina ha schierato armi vietate dagli accordi di Minsk vicino alla linea di contatto

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Sul mainstream viene dato ampio risalto al presunto ammassamento di truppe e materiale bellico ai confini con l’Ucraina da parte della Russia, ma non accade il contrario. I movimenti di Kiev vengono semplicemente ignorati. 

A tal proposito dal Donbass denunciano che le forze di sicurezza ucraine hanno schierato un cannone antiaereo e un corazzato da trasporto truppe alla linea di contatto nel Donbass, ha affermato Ivan Filiponenko, portavoce della Milizia Popolare della Repubblica Popolare di Lugansk. 

Lo schieramento di queste armi è espressamente vietato dagli accordi di Minsk. "In violazione del terzo paragrafo delle misure aggiuntive, il nemico continua a posizionare armi ed equipaggiamenti militari negli insediamenti nel territorio controllato dall'Ucraina", ha detto ai giornalisti l’esponente delle comunità russofone ucraine in rivolta contro le autorità centrali di Kiev. 

Secondo quanto denuncia Filiponenko, l'intelligence della Repubblica Popolare di Lugansk ha individuato apparecchiature belliche alla periferia del villaggio di Nizhnee.

"Le unità della Milizia popolare stanno monitorando costantemente il nemico, attenendosi rigorosamente alle condizioni dell'attuale tregua e pronte a rispondere prontamente ai cambiamenti della situazione agli ordini del comando", ha aggiunto il rappresentante del dipartimento secondo quanto riferisce Ria Novosti. 

Il dispiegamento di armi pesanti vicino alla linea di contatto nel Donbass è vietato dagli accordi di Minsk e dalle ulteriori misure di cessate il fuoco entrate in vigore nell'estate del 2020. Inoltre, è previsto un divieto assoluto di sparo, azioni offensive, di ricognizione e sabotaggio. Tuttavia, nella LPR e nella DPR, le forze armate ucraine sono state ripetutamente accusate di aver violato queste disposizioni.

Mosca, dal canto suo, ha più volte affermato che Kiev non rispetta gli accordi di Minsk e prolunga all’infinito i negoziati per risolvere il conflitto. Di recente, il ministero degli Esteri russo ha osservato che le autorità ucraine hanno concentrato metà del personale dell'esercito nel Donbass e stanno bombardando le repubbliche non riconosciute, utilizzando peraltro attrezzature proibite da tali accordi. 

Le tensioni nella regione sono alimentate dagli Stati Uniti e da altri paesi della NATO - evidenzia Ria Novosti - che forniscono all'Ucraina armi e istruttori militari, e hanno anche aumentato il numero di esercitazioni nel Mar Nero. 

Mosca crede che l'Occidente stia cercando di aggregare truppe vicino ai confini russi.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Usa-Italia: 3 imposizioni coloniali che forse non conosci di Francesco Erspamer  Usa-Italia: 3 imposizioni coloniali che forse non conosci

Usa-Italia: 3 imposizioni coloniali che forse non conosci

Ucraina, Draghi come Badoglio di Giorgio Cremaschi Ucraina, Draghi come Badoglio

Ucraina, Draghi come Badoglio

Quando l'Alto Adige poteva diventare il "Donbass italiano" di Francesco Santoianni Quando l'Alto Adige poteva diventare il "Donbass italiano"

Quando l'Alto Adige poteva diventare il "Donbass italiano"

Informazione e democrazia: possiamo dare lezioni ai russi? di Savino Balzano Informazione e democrazia: possiamo dare lezioni ai russi?

Informazione e democrazia: possiamo dare lezioni ai russi?

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Bugie sulla sicurezza dei vaccini Usa di Alberto Fazolo Bugie sulla sicurezza dei vaccini Usa

Bugie sulla sicurezza dei vaccini Usa

L'attacco al salario e il golpe del 1992 di Pasquale Cicalese L'attacco al salario e il golpe del 1992

L'attacco al salario e il golpe del 1992

DI VINCOLO ESTERNO SI MUORE: IN MEMORIA DI ALDO MORO di Gilberto Trombetta DI VINCOLO ESTERNO SI MUORE: IN MEMORIA DI ALDO MORO

DI VINCOLO ESTERNO SI MUORE: IN MEMORIA DI ALDO MORO