La Siria denuncia le azioni crudeli e unilaterali degli USA

La Siria denuncia le azioni crudeli e unilaterali degli USA

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Secondo quanto ha riferito l'agenzia SANA, il ministro degli Esteri siriano Faisal al-Miqdad ha evidenziato la necessità di fornire assistenza umanitaria da parte delle Nazioni Unite (ONU) con il Programma alimentare mondiale (PAM) di cui ha bisogno in Siria.

In un incontro con Corinne Fleischer, direttrice dell'Ufficio regionale del WFP, Al-Miqdad ha ricordato la cooperazione esistente tra il governo siriano e il Programma alimentare mondiale e gli sforzi compiuti da tale programma per fornire aiuti umanitari al popolo siriano, ma ha denunciato la politica di alcuni paesi occidentali per evitare tale azione umanitaria.

A tal proposito, ha descritto le condizioni economiche e di vita in cui versa il popolo siriano come diretta conseguenza delle azioni oppressive e unilaterali imposte dagli Stati Uniti e da alcuni paesi occidentali, invitando il Programma alimentare mondiale e altre organizzazioni umanitarie attive in Siria a condannare questi atti immorali che colpiscono l'intera vita quotidiana, in particolare il cibo e i servizi di base, dei cittadini siriani.

Da parte sua, Fleischer ha anche ringraziato Damasco per la sua cooperazione con il WFP e ha affermato che farà tutto il possibile per garantire il rafforzamento di questa cooperazione e la fornitura di assistenza umanitaria ai gruppi bisognosi nei prossimi mesi.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

L’Iran come la Siria nel 2011? di Francesco Santoianni L’Iran come la Siria nel 2011?

L’Iran come la Siria nel 2011?

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE di Marinella Mondaini L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso" di Antonio Di Siena Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva? di Michelangelo Severgnini Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo di Paolo Pioppi Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra