La Russia schiera un battaglione per la guerra elettronica vicino al confine ucraino

La Russia schiera un battaglione per la guerra elettronica vicino al confine ucraino

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Difesa e Intelligence è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel canale e restare sempre aggiornato


Le minacce USA/NATO alla Russia aumentano, ma le risposte di Mosca non si fanno attendere. L'esercito russo ha schierato un nuovo battaglione per la guerra elettronica nella regione di Belgorod, vicino al confine con l'Ucraina, che "ridurrà il tempo necessario per ottenere informazioni sui movimenti militari”, secondo quanto riferisce l’emittente RT. 

Annunciato dal Distretto militare occidentale, una delle cinque divisioni amministrative dell'esercito russo, il nuovo battaglione è armato con diversi veicoli progettati per la guerra elettronica, come il Borisoglebsk 2, progettato per interrompere le comunicazioni e i sistemi GPS, e la stazione di disturbo delle comunicazioni portatili Zhitel.

"Un battaglione separato per la guerra elettronica si è unito alla divisione motorizzata Vistola del distretto militare occidentale. Le nuove unità militari sono schierate nella regione di Belgorod”, si legge in un comunicato stampa. 

Secondo il colonnello generale Alexander Zhuravlev, il battaglione "aumenterà significativamente le capacità di ricognizione dell'unità".

Oltre al suo lavoro al comando del distretto militare occidentale, Zhuravlev è noto per aver guidato le forze russe in Siria durante la guerra civile.

La regione di Belgorod, dove il battaglione di guerra elettronica è stato collocato, confina con l'Ucraina. La città di Kharkiv, la seconda città più grande del paese, è a meno di un'ora dalla frontiera. Curiosamente si tratta della stessa città che ieri l’emittente CNN indicava come appartenente alla Russia. Evidentemente negli Stati Uniti con la loro convinzione di un’imminente invasione russa dell’Ucraina si sono spinti oltre con l’immaginazione. 

Il nuovo schieramento avviene mentre la Russia è accusata di pianificare un'invasione dell'Ucraina, con giornali e politici occidentali i quali indicano un'incursione militare russa in Ucraina come imminente. Il Cremlino ha ripetutamente negato questa accusa, affermando che la Russia sposta semplicemente i militari sul proprio territorio come qualsiasi Stato sovrano.

Lo spostamento di truppe coincide anche con le esercitazioni congiunte Union Resolve 2022 condotte dalle forze armate di Russia e Bielorussia. Le truppe di tutta la Russia si stanno ridispiegando verso l'alleato occidentale del paese, in vista delle esercitazioni congiunte su larga scala, che dovrebbero iniziare il 10 febbraio. Il Dipartimento di Stato nordamericano ha suggerito che le esercitazioni potrebbero essere un pretesto per un'invasione dell'Ucraina.

 

Difesa e Intelligence è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel canale e restare sempre aggiornato

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO di Giorgio Cremaschi 28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'" di Marinella Mondaini Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Buoni a nulla di Alberto Fazolo Buoni a nulla

Buoni a nulla

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda di Giuseppe Masala "Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi di Damiano Mazzotti Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire di Antonio Di Siena Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA di Gilberto Trombetta VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo di Michelangelo Severgnini Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo