La Russia risponde alle minacce schierando i caccia MiG-31 super veloci

La Russia risponde alle minacce schierando i caccia MiG-31 super veloci

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La Russia è decisa a rispondere alle minacce crescenti portate da forze ostili USA e NATO ai propri confini.

A tal proposito gruppi di aerei intercettori superveloci MiG-31 russi (nome in codice NATO Foxhound) sono stati schierati nella regione più orientale della Russia di Chukotka per controllare lo spazio aereo artico, ha detto il comandante della flotta del Pacifico russo Adm. Sergei Avakyants.

"Dal 1° dicembre, gruppi di velivoli MiG-31 dell'aviazione navale della flotta hanno assunto il servizio di combattimento nell'Artico", ha detto il comandante in un'intervista al quotidiano Krasnaya Zvezda.

"Un'infrastruttura pertinente è stata creata all'aeroporto di (centro amministrativo di Chukotka) Anadyr, consentendo alle nostre forze di essere in servizio 24 ore su 24 per la difesa aerea", ha aggiunto.

Il MiG-31 a lungo raggio è stato progettato in Unione Sovietica. Diversi caccia possono controllare uno spazio aereo largo 900 km. Il MiG-31 è sempre stato impegnato per intercettare obiettivi sofisticati. Il suo peso al decollo è di oltre 45 tonnellate. La combinazione di alta velocità, lungo raggio e altitudine ha sviluppato il jet nel vettore del missile ipersonico russo. Il MiG aumenta la portata e la velocità del missile. L'aereo accelera a una velocità specifica, sale e lancia l'arma. Il MiG-31 con indice K (Kinzhal) opera come primo stadio del missile ipersonico Kinzhal e inizia un attacco al di fuori dei densi strati dell'atmosfera ad altitudini di 12.000-15.000 metri. Il missile vola al confine della stratosfera per diminuire la resistenza dell'aria.

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso di Fabrizio Verde Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Liberal-Autocrazie di Giuseppe Giannini Liberal-Autocrazie

Liberal-Autocrazie

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Il primo dei poveri di Pasquale Cicalese Il primo dei poveri

Il primo dei poveri

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi nel Corno d’Africa di Paolo Arigotti La crisi nel Corno d’Africa

La crisi nel Corno d’Africa

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti