La Russia pronta a utilizzare il drone da attacco pesante Okhotnik con i caccia stealth Su-57

La Russia pronta a utilizzare il drone da attacco pesante Okhotnik con i caccia stealth Su-57

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La Russia avanza nello sviluppo di nuovi droni. A tal proposito il capo della società hi-tech statale Rostec, Sergei Chemezov, ha informato che Mosca ha sviluppato una famiglia di droni da attacco pesante.

"Abbiamo già i vettori e il lavoro in quest'area viene svolto non solo dalle imprese Rostec ma anche dallo stabilimento di aviazione civile degli Urali e dalla compagnia di Kronshtadt", ha detto l'amministratore delegato, rispondendo a una domanda sul ritmo dei lavori sul russo droni da attacco pesante.

Per quanto riguarda Rostec, la Sukhoi Company integrata nella United Aircraft Corporation ha completato lo sviluppo e avviato le prove del drone da attacco pesante Okhotnik (Hunter), ha detto Chemezov.

"È già stato testato in combinazione con l'aereo di quinta generazione Su-57. Si tratta di un drone all'avanguardia che può volare a lunghe distanze ed essere controllato sia da un operatore a terra che dall'equipaggio di un aereo che opera in insieme ad esso. Il drone può anche trasportare armamenti piuttosto potenti", ha spiegato Chemezov.

Il ministero della Difesa russo ha chiesto all'industria della difesa di accelerare al massimo il lavoro su tutti questi progetti, ha detto il capo di Rostec.

L'Okhotnik sviluppato dal Sukhoi Design Bureau presenta la tecnologia stealth e il design flying wing (manca la coda), che riduce la sua firma radar. Secondo i dati delle fonti aperte, il drone ha un peso al decollo di 20 tonnellate e può sviluppare una velocità di circa 1.000 km/h.

Il drone da attacco pesante Okhotnik ha eseguito il suo volo di debutto il 3 agosto 2019. Il volo è durato oltre 20 minuti sotto il controllo di un operatore. Il 27 settembre 2019, l'Okhotnik ha effettuato un volo insieme a un caccia di quinta generazione Su-57. Il drone ha manovrato in aria in modalità automatizzata ad un'altitudine di circa 1.600 metri ed il suo volo è durato oltre 30 minuti.

Il 25 agosto, il capo della United Aircraft Corporation, Yuri Slyusar, ha dichiarato al forum Army-2020 che era previsto un grosso ordine per la produzione di droni da attacco pesante Okhotnik e che le loro consegne in serie alle truppe avrebbero dovuto iniziare dal 2024.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La fine dell'impunità di Israele di Clara Statello La fine dell'impunità di Israele

La fine dell'impunità di Israele

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti