La rabbia delle tribù siriane. Espulse milizie curde da un villaggio a Raqqa

La rabbia delle tribù siriane. Espulse milizie curde da un villaggio a Raqqa

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

I membri delle tribù siriane nelle campagne della provincia di Raqqa hanno espulso da una cittadina rurale i miliziani delle Forze democratiche siriane, a guida curda, FDS-Qsad, alleate all'esercito americano dopo l'uccisione di due ragazzi da parte di questa organizzazione.

Il corrispondente di Sputnik nel governatorato di Hasaka, citando fonti locali, ha riferito che “la città di Tarwazia e i villaggi circostanti nelle campagne del governatorato siriano di Raqqa vivono uno stato di rabbia  contro le FDS, in seguito all'uccisione a colpi di proiettili di due giovani della cittadina.

Tarwazia si trova sul confine amministrativo che separa i governatorati di Hasaka e Raqqa nel nord-est della Siria, e comprende un grande mercato popolare chiamato "Il Bazar", dove la popolazione nomade da un lato e gli abitanti di villaggi e città dall'altro si riuniscono per scambiare prodotti, ed è adiacente alla strada internazionale (Raqqa-Aleppo-Latakia conosciuta come (M4).

Le fonti hanno indicato che gli uomini armati delle SDF hanno sparato p veri contro un mercato di auto cariche di diesel, senza motivo, causando la morte di due giovani.

Le fonti hanno aggiunto che la regione sta vivendo in questi momenti uno stato di tensione e rabbia popolare, rilevando che gli abitanti della cittadina di Tarwazia e dei villaggi circostanti hanno attaccato le postazioni delle FDS costringendole a ritirarsi

Le aree sotto il controllo dell'esercito americano e delle FDS da diverso tempo sono teatro di manifestazioni popolari, operazioni armate e scontri. La popolazione locale chiede il ritiro dell'occupazione statunitense delle sue milizie alleate stanca di subire continui soprusi come il rapimento di giovine da arruolare nelle FDS forzatamente  e il continuo furto di gas, petrolio e grano.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi? di Francesco Erspamer  Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Dove sono ora quei 12 milioni di italiani che votarono per Renzi?

Sciopero generale, Cremaschi: "Meglio tardi che mai, ma non basta" di Giorgio Cremaschi Sciopero generale, Cremaschi: "Meglio tardi che mai, ma non basta"

Sciopero generale, Cremaschi: "Meglio tardi che mai, ma non basta"

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"   di Bruno Guigue Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Biden e l'idea fantastica di un "vertice delle democrazie"

Quando Prodi cerca le cause dell'inflazione... di Pasquale Cicalese Quando Prodi cerca le cause dell'inflazione...

Quando Prodi cerca le cause dell'inflazione...

“L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo! di Roberto Cursi “L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo!

“L’Urlo” di Severgnini è forte, ascoltiamolo!

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti