Il Venezuela celebra il quinto anniversario della Battaglia dei Ponti

Il Venezuela celebra il quinto anniversario della Battaglia dei Ponti

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il presidente della Repubblica Bolivariana del Venezuela, Nicolas Maduro, ha ricordato che cinque anni fa,l’unione civico-militare bolivariana ha sconfitto un piano di invasione ordito da Colomba, Stati Uniti e l’opposizione estremista venezuelana all’epoca guidata dall’autoproclamato Juan Guaidò.

Durante la cosiddetta ‘Battaglia dei Ponti’, il popolo bolivariano ha difeso la pace e la sovranità nazionale contro il tentativo delle forze straniere di creare un conflitto al confine con la Colombia, ha ricordato il leader venezuelano tramite il suo account su X.

Il capo di Stato venezuelano ha quindi elogiato l'unità tra il popolo, l'esercito e la polizia bolivariana per sconfiggere il piano di invasione orchestrato dall'imperialismo e dai suoi complici nella regione, dietro il pretesto di consegnare "aiuti umanitari" da parte dell'Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale (USAID).

Questo piano di destabilizzazione, orchestrato nel febbraio 2019, contava sul sostegno dell'allora presidente statunitense Donald Trump e la complicità dei presidenti allora in carica di Cile, Sebastián Piñera, Colombia, Iván Duque, e Paraguay, Mario Abdo Benítez.

Gli attivisti sostenuti dagli Stati Uniti tentarono di entrare in Venezuela attraverso il ponte Simon Bolivar al confine tra Colombia e Venezuela e l’area di Santa Elena de Uairen vicino al Brasile.

Per appoggiare questa manovra, i governi degli Stati Uniti e della Colombia assoldarono dei mercenari, tra cui membri del famigerato gruppo criminale conosciuto come ‘Tren de Aragua’, ha ricordato Freddy Bernal, governatore dello Stato Tachira.

Tuttavia, le Forze Armate Nazionali Bolivariane (FANB), i rivoluzionari del Partito Socialista Unito del Venezuela (PSUV) e gli abitanti di Tachira, insieme a tanti patrioti venezuelani impedirono congiuntamente l’ingresso nel paese degli estremisti appoggiati dagli Stati Uniti.

---------------------

NUOVA USCITA - TERZA GUERRA MONDIALE? IL FATTORE MALVINAS

LEGGILO

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

La tigre di carta è nuda di Clara Statello La tigre di carta è nuda

La tigre di carta è nuda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni) di Giuseppe Giannini Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Difendere l'indifendibile (I partiti e le elezioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Libia. 10 anni senza elezioni di Michelangelo Severgnini Libia. 10 anni senza elezioni

Libia. 10 anni senza elezioni

Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi di Pasquale Cicalese Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi

Il salto tecnologico della Cina e il QE (di guerra) di Draghi

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar di Paolo Arigotti Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

Il nodo Israele fa scomparire l'Ucraina dai radar

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS di Michele Blanco DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

DRAGHI IL MAGGIORDOMO DI GOLDMAN & SACHS

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti