I video del caccia russo Su-27 che intercetta un bombardiere B-52 statunitense sul Mar Nero

I video del caccia russo Su-27 che intercetta un bombardiere B-52 statunitense sul Mar Nero

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Un video di un caccia Su-27 che intercetta un bombardiere strategico B-52H dell'aeronautica statunitense sul Mar Nero è stato pubblicato online sul sito web del servizio di distribuzione delle informazioni visive della difesa degli Stati Uniti.

 

Il filmato, catturato dallo Staff Sgt James Cason delle US Air Forces in Europe e Air Forces Africa Public Affairs, mostra il jet da combattimento russo che si avvicina al bombardiere e vola davanti all'aereo.

 

"I piloti russi hanno volato in modo non sicuro e poco professionale mentre hanno attraversato più volte la prua del B-52 entro 100 piedi (30 metri) a coaltitudine e mentre si trovavano nel postbruciatore causando turbolenza e limitando la capacità di manovra del B-52" , afferma il servizio di distribuzione delle informazioni visive della difesa degli Stati Uniti.

 

Da Mosca arriva la versione del Centro di controllo della difesa nazionale russo il quale informa: “I piloti dei jet russi si sono avvicinati all'oggetto volante a una distanza di sicurezza e lo hanno identificato come un bombardiere B-52 dell'aeronautica nordamericana", sottolineando che al bombardiere non è stato permesso di violare il confine russo.

 

Il Centro ha anche osservato che gli aerei russi hanno agito in stretta conformità con il diritto aereo internazionale. Dopo che l'aereo statunitense è tornato indietro, i caccia Su-27 russi sono tornati con successo al loro aeroporto di partenza.

 

Il colonnello generale russo Nikolai Antoshkin ha commentato le accuse mosse dal comandante delle forze aeree statunitensi in Europa e Africa ai piloti russi che intercettano il bombardiere statunitense.

 

"I nostri piloti dimostrano sempre la loro professionalità nei conflitti, è sempre visibile, e intercettare, avvicinarsi all'aereo è il più semplice, un compito elementare", ha detto.

 

Il colonnello generale ha anche osservato che i piloti russi sono ben addestrati e che gli aerei da loro utilizzati, i caccia Su-27, sono facili da pilotare, quindi è "molto facile" intercettare un bombardiere con il loro aiuto. Secondo Antoshkin, gli statunitensi cercano costantemente di "imporre" la responsabilità alla Russia per vari incidenti.

 

Da diverse settimane, il ministero della Difesa russo segnala che aerei statunitensi si avvicinano ai confini della Russia nello spazio aereo sopra il Mar Nero e il Mar Baltico. Gli aerei da ricognizione e i bombardieri sono stati successivamente intercettati dai caccia russi Su-27.

 

Il 28 agosto il quotidiano ufficiale dell'esercito, Krasnaya Zvezda, ha riferito che proprio la scorsa settimana le forze armate russe avevano individuato 38 jet stranieri impegnati in attività di ricognizione vicino allo spazio aereo del Paese.

 

Potrebbe anche interessarti

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Meloni al contrattacco di Pasquale Cicalese Meloni al contrattacco

Meloni al contrattacco

La rete di ingerenza creata dagli Stati Uniti contro Cuba di Andrea Puccio La rete di ingerenza creata dagli Stati Uniti contro Cuba

La rete di ingerenza creata dagli Stati Uniti contro Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti