Gli Stati Uniti lanciano attacchi aerei contro strutture in Siria collegate all’Iran

Gli Stati Uniti lanciano attacchi aerei contro strutture in Siria collegate all’Iran

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Gli Stati Uniti hanno lanciato, su ordine del presidente Joe Biden, attacchi aerei contro due strutture nella Siria orientale utilizzate dal Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica dell'Iran e da gruppi affiliati, ha riferito giovedì il segretario alla Difesa del paese nordamericano, Lloyd Austin.

"Questi attacchi di autodifesa di precisione sono una risposta a una serie di attacchi in corso e per lo più infruttuosi contro il personale americano in Iraq e Siria da parte di gruppi di miliziani sostenuti dall'Iran, iniziati il ??17 ottobre", si legge nella dichiarazione.

Dal Pentagono hanno assicurato che Washington “non cerca il conflitto” e “non ha alcuna intenzione o desiderio di partecipare ad ulteriori ostilità”, ma gli attacchi contro le forze americane “sono inaccettabili e devono cessare”. Secondo l'agenzia, se gli attacchi continuassero, gli Usa “non esiteranno a prendere altre misure necessarie” per proteggere i propri cittadini.

Il Dipartimento della Difesa ha riferito che, a seguito degli attacchi, un appaltatore è morto e 21 soldati sono rimasti leggermente feriti. "Il presidente non ha priorità più alta della sicurezza del personale americano e ha ordinato l'azione di oggi per chiarire che gli Stati Uniti non tollereranno tali attacchi e difenderanno se stessi, il proprio personale e i propri interessi", sottolinea il ministero.

Allo stesso modo, è stat ha sottolineato che gli attacchi lanciati da Washington sono "intesi esclusivamente a proteggere e difendere il personale americano in Iraq e Siria" e sono " separati e distinti dal conflitto in corso tra Israele e Hamas" .

Obiettivi colpiti

Gli attacchi sono stati effettuati da due caccia F-16 utilizzando munizioni di precisione, hanno detto all’agenzia Reuters funzionari statunitensi in condizione di anonimato.

Gli obiettivi attaccati sono stati: un magazzino di armi e un deposito di munizioni situato vicino alla città di Abu Kamal, al confine con l'Iraq, utilizzato dal Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica iraniana e dalle sue milizie. 

"Ciò che vogliamo è che l'Iran prenda misure molto concrete, ordini il ritiro delle sue milizie e dei suoi delegati ", ha sottolineato una delle fonti, precisando che gli attacchi non sono stati coordinati con Israele.

  • In precedenza, il portavoce del Pentagono Patrick Ryder aveva annunciato che gli Stati Uniti avrebbero schierato circa 900 militari aggiuntivi in ??Medio Oriente per rafforzare le difese aeree e proteggere il proprio personale.
  • In seguito all'escalation delle tensioni generate dalla guerra tra Hamas e Israele, la settimana scorsa il personale militare statunitense e i suoi alleati nella regione sono stati attaccati dodici volte in Iraq e quattro volte in Siria, ha aggiunto.

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*       di Geraldina Colotti Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*      

Grecia e Venezuela, due “laboratori” per il secolo XXI*  

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La partita a scacchi più pericolosa di sempre di Giuseppe Masala La partita a scacchi più pericolosa di sempre

La partita a scacchi più pericolosa di sempre

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti