Ecco perché il caccia russo Su-57 può essere molto più letali degli F-35 e F-22 statunitensi

Ecco perché il caccia russo Su-57 può essere molto più letali degli F-35 e F-22 statunitensi

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il caccia stealth Su-57 è considerato il velivolo russo più avanzato. Mosca continua comunque a sviluppare e potenziare questo caccia già all’avanguardia capace di competere con gli statunitensi F-22 e F-35. 

Secondo vari articoli di stampa sarebbero iniziati i test per dotare il caccia russo di nuovi missili ipersonici aria-terra.

Il caccia Su-57, ha già completato diversi voli di prova con “un’arma ipersonica non identificata", hanno rivelato alcune fonti del complesso militare-industriale della Russia. 

Le armi ipersoniche, che consistono principalmente in missili da crociera ipersonici e veicoli a scorrimento ipersonico, hanno la capacità di viaggiare cinque o più volte più velocemente della velocità del suono. I missili non identificati utilizzati nei test sono stati descritti come modelli "funzionali" a grandezza naturale, riporta The EurAsian Times.

Per molto tempo, i combattenti stealth statunitensi F-35 e F-22 Raptor hanno rappresentato la potenza militare nordamericana nel dominio degli attacchi aerei in tutto il mondo. Ora, il caccia Su-57 offre alla Russia la migliore opportunità per affrontare i caccia statunitensi e metterne seriamente in discussione la loro presunta superiorità.

Il nuovo missile ipersonico, che dovrebbe essere trasportato internamente al caccia Su-57, servirà come "un'arma compatta aria-superficie destinata a distruggere i sistemi di difesa aerea e missilistica avversari e lanciatori di missili balistici e da crociera".

Il nuovo missile potrebbe essere un'arma che respira aria, anche se non è stato ancora confermato. Le armi ipersoniche a respirazione d'aria utilizzano tipicamente motori scramjet, che è un tipo di ramjet che funziona a velocità superiori a Mach 5.

La presenza di una tale tecnologia mozzafiato in termini di armi metterà chiaramente Mosca davanti ai suoi rivali nella corsa per un jet da combattimento futuristico.

Secondo Ryan Pickrell, reporter senior militare e della difesa di Business Insider, la decisione della Russia di armare i suoi caccia più avanzati con un potente missile ipersonico che può prendere la mira da lunghe distanze li renderà sicuramente una potenziale minaccia per le risorse aeree statunitensi critiche.

Secondo un ex pilota collaudatore di alto profilo dell'era sovietica, Magomed Tolboyev, i caccia russi Su-57 possiedono abbastanza muscoli per affrontare i caccia nordamericani F-35 e abbatterli.

“Il Su-57 abbatterà [un F-35] facilmente, se si incontrassero uno contro uno. L'F-35 non può manovrare, è semplicemente incapace di farlo", ha detto Tolboyev.

Potrebbe anche interessarti

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire di Francesco Erspamer  Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

L'opposizione al capitale che non c'è di Paolo Desogus L'opposizione al capitale che non c'è

L'opposizione al capitale che non c'è

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale di Giorgio Cremaschi Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer di Francesco Santoianni Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer

Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer

Per me questa è resistenza di Savino Balzano Per me questa è resistenza

Per me questa è resistenza

Caffè: i prezzi andranno alle stelle di  Leo Essen Caffè: i prezzi andranno alle stelle

Caffè: i prezzi andranno alle stelle

In Cina i salari crescono più del Pil di Pasquale Cicalese In Cina i salari crescono più del Pil

In Cina i salari crescono più del Pil

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Paolo Mieli e la dittatura antifascista di Antonio Di Siena Paolo Mieli e la dittatura antifascista

Paolo Mieli e la dittatura antifascista

"Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund di Gilberto Trombetta "Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund

"Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti