COP28, Díaz-Canel apre vertice G77+Cina: "Il Sud non può essere costretto a scegliere tra sviluppo e azione per il clima"

COP28, Díaz-Canel apre vertice G77+Cina: "Il Sud non può essere costretto a scegliere tra sviluppo e azione per il clima"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Il presidente cubano Miguel Díaz-Canel ha aperto nella giornata di sabato il vertice del Gruppo dei 77 e della Cina alla Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici (COP28), secondo quanto riferisce Prensa Latina.

Durante l'incontro, il presidente ha sottolineato che la distanza tra il Nord opulento e il Sud sempre più impoverito si sta allargando con alti costi umani, mentre le risorse che la natura ha messo a nostra disposizione vengono sperperate.

"Il Sud non può essere costretto a scegliere tra sviluppo e azione per il clima. Le due cose sono inestricabilmente legate. È nostra responsabilità far sentire la voce dei nostri popoli e difendere i loro legittimi interessi e aspirazioni", ha sottolineato Díaz-Canel.

Il leader cubano ha affermato che in un momento in cui si parla di una transizione giusta, i Paesi in via di sviluppo non possono credere che il concetto progredisca da solo, senza prendere in considerazione i fattori che ne garantiscono il raggiungimento, tenendo conto delle responsabilità comuni ma differenziate.

Díaz-Canel ha quindi invitato alla riflessione, all'unità e all'azione i Paesi del Sud del mondo per contribuire a trovare soluzioni a un problema globale che ha un impatto particolare sui membri dell'organizzazione.

La COP28 può ancora guidare verso un equilibrio globale realistico e applicabile, in conformità con le diverse circostanze e gli obiettivi di sviluppo nazionali, ha aggiunto il capo di Stato cubano, secondo il quale il Vertice consentirà al Gruppo di continuare a rafforzare la propria voce e le proprie posizioni come interlocutore valido e serio nelle sedi multilaterali.

"Raggiungere senza indugio un quadro per l'Obiettivo Globale di Adattamento che tenga conto delle nostre esigenze e garantisca sostegno e flessibilità ai Paesi in via di sviluppo è fondamentale in questa conferenza", ha sottolineato.

All'apertura dell'incontro, il presidente della COP28, Sultan Al Jaber, si è congratulato con il lavoro di Cuba e ha assicurato che farà tutto il possibile per raggiungere i risultati auspicati da tutti.

Nel frattempo, il Segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha dichiarato che continuerà a contare sul Gruppo dei 77 e sulla Cina per continuare a spingere per i cambiamenti di cui il mondo ha bisogno.

Cuba, in qualità di presidente pro tempore del blocco, ha convocato questo primo vertice dei suoi massimi dirigenti come spazio di riflessione e coordinamento delle posizioni tra i Paesi del Sud, in vista dei negoziati sul clima.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Sinistra o destra? Guerra di classe di Pasquale Cicalese Sinistra o destra? Guerra di classe

Sinistra o destra? Guerra di classe

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti di Andrea Puccio Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti