Brutte notizie per gli USA: i sistemi russi hanno messo fuori uso i caccia F-35 e F-22

Brutte notizie per gli USA: i sistemi russi hanno messo fuori uso i caccia F-35 e F-22

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

I caccia stealth F-35 e F-22 rappresentano il fiore all’occhiello dell’aviazione militare statunitensi. Due armi attraverso cui Washington afferma di poter colpire qualunque avversario grazie alla tecnologia stealth che permetterebbe ai caccia di operare senza essere rilevati dai radar nemici. 

Forse però non è più così, visto che le tecnologie di altri paesi avanzano con passi da gigante. A tal proposito i sistemi di guerra elettronica sviluppati dalla Russia sarebbero riusciti a mettere in grosse difficoltà i due caccia in volo. 

I sistemi della Russia avrebbero infatti interrotto il funzionamento dei sistemi di navigazione di due caccia statunitensi F-35 e F-22, secondo quanto riferisce il portale Avia.pro. 

«Ci sono una serie di casi dove i più moderni caccia statunitensi, F-22 e F-35, hanno avuto grosse difficoltà a far ritorno alle loro basi», ha affermato il portale russo, citando fonti a conoscenza di quanto accaduto. 

Secondo le informazioni, i sistemi di guerra elettronica russi hanno completamente bloccato la comunicazione dei caccia statunitensi con i satelliti. L’articolo non fornisce alcun dato su quando e dove si sono verificati questi casi. Tuttavia, si legge, molto probabilmente è accaduto nello spazio aereo vicino all’Alaska, dove spesso volano i caccia statunitensi F-22.

Recentemente le forze armate statunitensi hanno anche accusato l'esercito russo di utilizzare "deliberatamente" sistemi di guerra elettronica contro il cacciatorpediniere della Marina statunitense USS Ross e le navi da guerra ucraine, che stanno conducendo esercitazioni militari vicino alla Crimea.

Secondo la versione fornita da Washington, a seguito del potente impatto, il sistema di navigazione del cacciatorpediniere statunitense è stato "disabilitato".

Gli Stati Uniti hanno espresso preoccupazione per l'uso da parte della Russia del sistema di identificazione automatica (AIS), n'alternativa al GPS (Global Positioning System) statunitense. In effetti, la parte statunitense ritiene che l'uso del nuovo sistema AIS russo rappresenti un tentativo di sviluppare un vantaggio comparativo nel targeting e nello sviluppo di capacità di spoofing della geolocalizzazione.

A tal proposito, la rivista statunitense The National Interest riferisce che l'industria della difesa russa sta apportando alcune modifiche all'avionica del suo bombardiere strategico Tu-22M3M, incluso un nuovo livello di integrazione della navigazione del Global Navigation System for Satellite (GLONASS), digitalizzato comandi di bordo, moderno glass cockpit e potenziando le capacità dell'ECM (Engine Control Module), noto anche come modulo di controllo elettronico, che dirige le funzioni degli impianti elettrici di questi dispositivi.

Insomma, sembra proprio che la tanto sbandierata egemonia nei cieli vantata dagli Stati Uniti sia giunta al termine. 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan... di Francesco Santoianni Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Il marcio del finto sindacato viene alla luce di Savino Balzano Il marcio del finto sindacato viene alla luce

Il marcio del finto sindacato viene alla luce

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

Le scelte energetiche dell'UE: il suicidio dell'Italia è servito di Gilberto Trombetta Le scelte energetiche dell'UE: il suicidio dell'Italia è servito

Le scelte energetiche dell'UE: il suicidio dell'Italia è servito

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli di Michelangelo Severgnini A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli