Bin Salman riconosce di essersi sbagliato sulla Siria e su Assad

Bin Salman riconosce di essersi sbagliato sulla Siria e su Assad

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Secondo il quotidiano libanese Al-Diar, in un articolo pubblicato ieri, diversi funzionari sauditi ne avrebbero parlato con alcune figure libanesi vicine all'Arabia Saudita, assicurando che Riad e Damasco hanno già ripreso le relazioni bilaterali.

Le parole testuali riportate da questi funzionarisarebbero state queste: "Sua Altezza il principe Mohammed bin Salman ci ha detto che abbiamo commesso un errore contro la Siria e il presidente Assad."

Il rapporto sostiene che i funzionari sauditi hanno descritto le precedenti politiche della monarchia Al Saud nei confronti della Siria come scorrette e hanno chiesto alle figure libanesi di rivedere la loro posizione su questo paese e di mettere da parte gli aspetti negativi dei passaggi precedenti.

I personaggi libanesi, dal canto loro, hanno evidenziato un tweet che Ahmad Jarollah, proprietario del quotidiano kuwaitiano Al-Seyassah , aveva recentemente diffuso in cui si scusava con Bashar al-Asad e il popolo siriano, riconoscendo che i Paesi arabi confinanti con il Golfo Persico avevano inviato terroristi in Siria e li avevano sostenuti. Questo giornale ha svolto il ruolo di primo piano contro questo paese e la sua gente durante la guerra contro il paese levantino.

 

 

La parte libanese ha anche affermato che la ripresa delle relazioni del regno con la Siria a tutti i livelli avvantaggia entrambe le parti, in particolare il Libano.

I paesi arabi, che hanno tagliato i legami con la Siria dal 2011, sono già inclini a ristabilire i legami con Damasco a causa dei cambiamenti in Siria, nella regione e nelle loro alleanze internazionali.

La rielezione di Al-Asad alle elezioni presidenziali del 26 maggio 2021 ha fatto accettare ai leader arabi questa realtà: è ancora al potere.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato di Pasquale Cicalese Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

Recensione alla seconda edizione del libro Piano Contro Mercato

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...