Belousov al Senato russo: "Si possono commettere errori, ma non si può mentire"

Belousov al Senato russo: "Si possono commettere errori, ma non si può mentire"

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


Rivolgendosi al plenum del Consiglio della Federazione (la camera alta del parlamento russo), il candidato ministro della Difesa russo, Andrei Belousov, martedì ha elencato le aree prioritarie di lavoro del ministero.

Dopo aver affermato di essere "pienamente consapevole della sua responsabilità nei confronti del Paese e del popolo russo", ha sottolineato di essere pronto a "mettere la sua salute e, se necessario, la sua vita" per adempiere a questa responsabilità. "E sapete, sono sempre stato guidato da un principio, voglio citarlo, cerco di essere guidato da esso. Un principio ferreo: si possono commettere errori, ma non si può mentire".

Secondo Belousov, tutti i compiti del Ministero della Difesa "sono di alta priorità", ma i più urgenti sono legati all'operazione militare in Ucraina, in particolare alla fornitura di armi ed equipaggiamenti più moderni per le forze russe.

Belousov ha anche indicato che tra gli obiettivi principali c'è quello di "garantire la piena integrazione dell'economia delle forze armate nell'economia generale del Paese, tenendo conto della crescita della spesa militare, che ha già superato il 6,7% del PIL del Paese"

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

L'UE e quel "lei deve stare molto attento!" di Marinella Mondaini L'UE e quel "lei deve stare molto attento!"

L'UE e quel "lei deve stare molto attento!"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Il mio messaggio a Bengasi di Michelangelo Severgnini Il mio messaggio a Bengasi

Il mio messaggio a Bengasi

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Escalation nucleare possibile? Cosa rischia l'Europa di Giuseppe Masala Escalation nucleare possibile? Cosa rischia l'Europa

Escalation nucleare possibile? Cosa rischia l'Europa

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard di Paolo Arigotti Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti