Bagno di sangue: soldati israeliani uccidono 10 palestinesi in una sola giornata

Bagno di sangue: soldati israeliani uccidono 10 palestinesi in una sola giornata

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

È salito a 9 il bilancio delle vittime della violenta incursione di questo giovedì dell'esercito israeliano nella sola città di Jenin e Gerusalemme e a 20 il numero dei feriti, tre dei quali in modo grave, ha annunciato il Ministero della Salute palestinese, secondo l'agenzia palestinese WAFA.

L’ultimo palestinese ucciso oggi, il decimo, è Yousef Mohaisen, 22 anni, morto per le gravi ferite subite dagli spari israeliani nella città di Al-Ram, Gerusalemme occupata.

Secondo un portavoce militare israeliano, questo giovedì mattina (ora locale) soldati e forze di polizia hanno effettuato un'operazione “congiunta” con l'obiettivo di trattenere alcuni membri della Jihad islamica palestinese tra i vicoli del campo profughi di Jenin.

Tra le vittime palestinesi c'è una donna anziana, e testimoni hanno descritto la situazione come un campo di battaglia.

"La situazione nel campo di Jenin (profughi palestinesi) è critica ", ha dichiarato in una nota il ministro della Sanità Mai al-Kaila.

Le forze israeliane "hanno deliberatamente lanciato granate lacrimogene" nel reparto pediatrico di un ospedale di Jenin, che "ha causato il soffocamento di alcuni bambini", ha aggiunto il ministro.

Questa giornata è una delle più mortali che si ricordi nella Cisgiordania occupata da anni; pertanto, il presidente palestinese Mahmoud Abbas ha dichiarato tre giorni di lutto per i palestinesi uccisi dalle forze di occupazione del regime di Tel Aviv.

Le forze israeliane lanciano raid su diverse città nella Cisgiordania occupata quasi ogni giorno, con il pretesto di detenere quelli che chiamano palestinesi "ricercati". I raid spesso portano a scontri con i residenti e decine di palestinesi sono stati uccisi e molti altri sono stati arrestati.

Le forze di occupazione israeliane hanno ucciso 29 palestinesi, tra cui 5 bambini e una donna anziana, nella Cisgiordania occupata nei primi 26 giorni del 2023".

Le sofferenze del popolo palestinese sono completamente dimenticate dai media e dai governi occidentali.

Se davvero, come ci dicono, sono dalla parte degli oppressi e contro l’occupante nella guerra in corso in Ucraina, allora, per lo stesso parametro, visto che in Palestina questa situazione perdura da 75 anni, bisognerebbe inviare Patriot, Leopard e ogni forma di aiuto…

Non avviene, non avverrà, perché i palestinesi sono dalla parte giusta della Storia, non hanno come padrini l’occidente.

Prima o poi questa parte giusta prevarrà. La storia darà ragione e vittoria ai palestinesi che resistono eroicamente da sette decenni.

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti di Andrea Puccio Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Il Rubicone della NATO di Giuseppe Masala Il Rubicone della NATO

Il Rubicone della NATO

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti