Assassinio colonnello iraniano. Israele aveva informato gli USA del suo coinvolgimento

Assassinio colonnello iraniano. Israele aveva informato gli USA del suo coinvolgimento

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Giusto per ricordarlo, se l’Iran avesse ammazzato un colonnello dell’esercito israeliano con la complicità di Cina o Russia, la reazione della NATO, USA in testa, ci troveremmo in uno scenario di guerra non dissimile da quello ucraino.

Però, due pesi e due misure, è esclusiva dell’occidente fomentare o provocare guerre. Facendo anche finta di negare, come l’ultimo episodio avvenuto in Iran domenica scorsa.

Le democrazie devono vivere sugli scandali per sopravvivere ed ecco che si presente lo scoop del The New York Times, tradotto: permettiamo a Israele tutto quello che gli pare, però lo riveliamo, ergo siamo una democrazia.

Cosa è successo in pratica? "Israele ha informato i funzionari statunitensi che c'era dietro l'assassinio" di Hasan Sayad Khodayi, un colonnello della Forza Quds del Corpo delle guardie della rivoluzione islamica (IRGC) dell'Iran, ha rivelato il New York Times  citando un funzionario a conoscenza di queste comunicazioni.

Jodayi, “un difensore del santuario” che ha svolto un ruolo cruciale nella lotta al terrorismo, ISIS-Daesh in particolare, in Iraq e Siria, è stato ucciso domenica con cinque colpi alla testa fuori dalla sua abitazione in una tranquilla strada residenziale di Teheran.

L'Iran ha affermato di avere prove serie del coinvolgimento del regime israeliano nell'attacco terroristico, che aveva il segno distintivo di altri omicidi mirati israeliani di cittadini iraniani, inclusi scienziati nucleari.

Un portavoce del primo ministro israeliano ha rifiutato di commentare in merito a questo crimine. Ma, secondo la fonte dell'intelligence, citata dal NYT, l'assassinio dell'alto comandante militare persiano era inteso come un monito all'Iran di interrompere la sua partecipazione alla lotta al terrorismo in Iraq e in Siria.

La fonte, che ha parlato a condizione di anonimato, ha inoltre precisato che il piano per porre fine alla vita del colonnello iraniano risale almeno al luglio 2021.

Israele, arrabbiato e spaventato dopo le rivelazioni del NYT

Il rapporto del NYT sul coinvolgimento diretto di Israele nel brutale omicidio di Jodayi ha indignato alti funzionari militari israeliani, secondo il quotidiano israeliano Yedioth Ahronoth, in quanto sono rimasti sorpresi dall’articolo ed hanno espresso il timore che la pubblicazione possa ampliare l'elenco degli obiettivi israeliani sui quali l'Iran potrebbe vendicarsi.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare" di Paolo Desogus Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

Referendum, "non ho votato ma non ho nulla da esultare"

La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale di Giorgio Cremaschi La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale

La Nato va ufficialmente alla terza guerra mondiale

No Tav, Green Pass e prospettive comuni di Francesco Santoianni No Tav, Green Pass e prospettive comuni

No Tav, Green Pass e prospettive comuni

La vera storia del "default russo" spiegata bene di Marinella Mondaini La vera storia del "default russo" spiegata bene

La vera storia del "default russo" spiegata bene

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini di Damiano Mazzotti “Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

“Ucraina. Il mondo al bivio” . Di Giacomo Gabellini

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai  di Antonio Di Siena Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Scuola pubblica di Bari: iPAD Apple o te ne vai

Nell'Italia che vorrei... di Gilberto Trombetta Nell'Italia che vorrei...

Nell'Italia che vorrei...

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO di Michelangelo Severgnini La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

La dichiarazione delle tribù libiche contro l’occupazione NATO

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti