7 ottobre. Le nuove "rivelazioni" di Israele (a cui crede ormai solo Repubblica)

7 ottobre. Le nuove "rivelazioni" di Israele (a cui crede ormai solo Repubblica)

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!



di Francesco Santoianni

Dissoltasi la bufala dei neonati israeliani decapitati da Hamas (senza che quasi nessuno dei tantissimi media che l’avevano sbandierata si siano sentite in dovere di chiedere scusa) ecco, su Repubblica, due mesi dopo l’assalto del 7 ottobre, le “confessioni” dei sopravvissuti  all’eccidio: un profluvio di stupri, neonati decapitati e altre nefandezze. E per attestarle, il “sito internet di Hamas” (hamas.com) realizzato, invece, dal regime sionista, ospitato su un server israeliano e spacciato come autentico dal governo israeliano. Sito nel quale, così come evidenziato qui sedicenti esponenti di Hamas si vantano (utilizzando la stessa terminologia utilizzata dai media sionisti) di quanto loro sono cattivi; una sceneggiata verosimilmente scritta dai servizi segreti israeliani. 

Ma, stranamente, nonostante gli evidenti sforzi del governo israeliano per promuoverlo l’esistenza di questo sito è passata sotto silenzio dalla stragrande maggioranza dei media mainstream. Perché? Sostanzialmente perché, l’appoggio incondizionato dei media occidentali ad Israele, come quello del governo Usa, sta scemando per lasciare il posto ad inviti alla moderazione; e così la stessa dinamica dell’attacco del 7 ottobre comincia ad essere analizzata anche sui media mainstream, (addirittura Open di Enrico Mentana) prospettando complicità del governo israeliano e di società finanziarie nella strage del 7 ottobre.

Resta comunque on line, a disposizione degli internauti che volessero deliziarsene, il sito hamas.com con tanto di stupri, decapitazioni, omicidi… tutti commessi da presunti militanti di Hamas. A tal riguardo, una domanda: come mai questo sito non è stato ancora oscurato in Occidente, al pari di quelli della Federazione russa? Ci ponevamo la stessa domanda nel 2015 davanti ai video che mostravano le decapitazioni effettuate dall’Isis in Siria. Allora bisognava enfatizzare la minaccia di una organizzazione (creata dagli Usa) e la conseguente necessità di sradicarla militarmente per legittimare una invasione delle aree petrolifere della Siria. Oggi in nome della lotta ad Hamas (una organizzazione fino adesso non osteggiata da Israele) si sterminano migliaia di Palestinesi per costringerli ad abbandonare Gaza sia per potere meglio sfruttare un colossale giacimento di gas davanti alle sue coste, sia per realizzare il famigerato Canale Ben Gurion, sia per fare spazio ai coloni.

E chi denuncia questa pulizia etnica è additato come “antisemita”...

Francesco Santoianni

Francesco Santoianni

Cacciatore di bufale di e per la guerra. Autore di "Fake News. Guida per smascherarle"

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO di Leonardo Sinigaglia Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

Genova, manifestazione contro le politiche belliciste della NATO

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia di Alberto Fazolo La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

La mozione PD e il macabro teatrino di colonia Italia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo di Giuseppe Masala A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

A Monaco si è deciso la rottura della NATO che conoscevamo

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La morte di Aleksej Naval’nyj, tra dubbi e doppiopesismo di Paolo Arigotti La morte di Aleksej Naval’nyj, tra dubbi e doppiopesismo

La morte di Aleksej Naval’nyj, tra dubbi e doppiopesismo

Meno salari più spese militari di Michele Blanco Meno salari più spese militari

Meno salari più spese militari

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti