Yellen: Gli USA “possono permettersi due guerre”

Yellen: Gli USA “possono permettersi due guerre”

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Sky News

Il segretario al Tesoro americano Janet Yellen ha dichiarato, ieri, che Washington può “certamente” permettersi di sostenere guerre su due fronti separati, affermando che le sue casse sono in buona forma per continuare a sostenere gli interessi statunitensi all’estero nel sostegno all’Ucraina e nel contesto delle tensioni in corso in Medio Oriente.

"L'America può certamente permettersi di stare al fianco di Israele e di sostenere le esigenze militari di Israele e anche noi possiamo e dobbiamo sostenere l'Ucraina nella sua lotta contro la Russia", ha detto Yellen in un'intervista di lunedì con l'emittente britannica Sky News prima di un incontro con i ministri delle finanze dell'Eurogruppo in Lussemburgo.

La Yellen ha aggiunto che le prospettive finanziarie degli Stati Uniti sono sufficienti per sostenere i suoi alleati all'estero. Tuttavia, ha avvertito che le potenziali ramificazioni economiche di un conflitto più ampio in Medio Oriente rimangono sconosciute, in particolare in un mercato globale già volatile del petrolio e del gas naturale che ha contribuito ad una crisi del costo della vita in diverse economie occidentali nell’ultimo anno.

Ex presidente della Riserva Nazionale degli Stati Uniti, Yellen ha anche osservato che l'inflazione si sta attenuando, ma ha invitato i repubblicani ad accelerare i tentativi di nominare un nuovo presidente della Camera per garantire che gli aiuti finanziari possano fluire all'estero. Il repubblicano californiano Kevin McCarthy è stato rimosso dall'incarico all'inizio di questo mese, suscitando preoccupazioni su un possibile impasse economico e legislativo a Washington.

McCarthy è stato estromesso dalla carica di presidente dopo che il suo collega del GOP, il rappresentante della Florida Matt Gaetz, ha indetto una votazione per rimuoverlo, in seguito alle affermazioni secondo cui McCarthy si era piegato alle richieste democratiche di approvare un disegno di legge di spesa espansivo. È stato anche accusato di aver stretto un accordo con il presidente degli Stati Uniti Joe Biden per continuare a finanziare l’esercito ucraino.

"Abbiamo bisogno di trovare fondi, sia per Israele che per l'Ucraina", ha detto Yellen, aggiungendo che questa rimane una "priorità" dell'amministrazione Biden. "Spetta davvero alla Camera trovare, far sedere un relatore e metterci nella posizione in cui la legislazione possa essere approvata."

I commenti di Yellen fanno seguito alla sua apparizione la scorsa settimana ad una conferenza del FMI e della Banca Mondiale in Marocco, durante la quale i leader economici hanno discusso delle possibili conseguenze di una crisi sempre più profonda tra Israele e il gruppo militante palestinese Hamas.

Ad oggi, secondo i recenti calcoli dell’Ufficio dell’ispettore generale del Dipartimento di Stato americano, gli Stati Uniti hanno già approvato aiuti per almeno 113 miliardi di dollari all’Ucraina. Tuttavia, la CNN ha riferito la scorsa settimana che l’esercito americano ha invitato i produttori della difesa ad aumentare la produzione per compensare le carenze nelle scorte dovute al trasferimento di armi all’Ucraina, al fine di garantire che possa fornire munizioni a Israele.

In un contesto di rinnovata attenzione al conflitto israelo-palestinese, il presidente ucraino Vladimir Zelenskyj ha avvertito nei giorni scorsi che “l’attenzione internazionale” non dovrebbe essere distolta dal suo Paese.

Un sondaggio condotto in agosto, sempre dalla CNN, rifletteva un crescente malcontento negli Stati Uniti per l’autorizzazione di finanziamenti aggiuntivi per sostenere Kiev nel suo conflitto con Mosca – con il 55% degli intervistati che chiedeva il ritiro della spesa ucraina.

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd di Paolo Desogus Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd

Ursula Von Der Leyen e il vuoto politico del Pd

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei di Fabrizio Verde L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

L'ultimo affronto alla volontà dei popoli europei

In Bolivia, tornano i carri armati di Geraldina Colotti In Bolivia, tornano i carri armati

In Bolivia, tornano i carri armati

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta di Leonardo Sinigaglia Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Anche in Kenya l’imperialismo non è che una tigre di carta

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn di Giorgio Cremaschi Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Il ritorno del blairismo e le fake news contro Corbyn

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio di Marinella Mondaini Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

Gershkovich condannato a 16 anni per spionaggio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

La mannaia dell'austerity di Giuseppe Giannini La mannaia dell'austerity

La mannaia dell'austerity

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin di Antonio Di Siena Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

Elezioni in Francia. Il precedente Pflimlin

"L'Urlo" adesso è davvero vostro di Michelangelo Severgnini "L'Urlo" adesso è davvero vostro

"L'Urlo" adesso è davvero vostro

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON di Michele Blanco LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

LA SINISTRA CHE SCONFIGGE LE DESTRE E MACRON

 Gaza. La scorta mediatica  Gaza. La scorta mediatica

Gaza. La scorta mediatica

Il Moribondo contro il Nascente Il Moribondo contro il Nascente

Il Moribondo contro il Nascente

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti