Libia. Le forze di Haftar lanceranno la più grande campagna aerea nella storia del paese contro l'esercito turco

Libia. Le forze di Haftar lanceranno la più grande campagna aerea nella storia del paese contro l'esercito turco

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


L'esercito nazionale libico (LNA) che fa riferimento al Generale Haftar si sta preparando a lanciare un massiccio attacco contro i militari turchi e i loro alleati del governo di accordo nazionale (GNA), secondo quanto riferito oggi da Bloomberg.


 
Secondo quanto annunciato da Saqr Al-Jaroushi, generale a capo dell'aviazione di Haftar, l'esercito nazionale libico lancerà "la più grande campagna aerea della storia libica". Al-Jaroushi, in particolare, ha sostenuto che questo attacco prenderà di mira le forze armate turche e il governo delle forze di accordo nazionale nelle prossime ore.
 
Sempre nella giornata di oggi, il Ministero degli Esteri turco ha lanciato un monito preciso contro l'Esercito Nazionale libico, lanciando presagire una facile escalation del conflitto armato nel paese vittima della invasione della Nato nel 2011: se sceglieranno di attaccare uno dei loro interessi, ha annunciato Ankara, verranno considerate le truppe dell'LNA come "obiettivi legittimi".
 
Questa guerra di parole tra l'esercito nazionale libico e il ministero degli Esteri turco arriva pochi giorni dopo che le forze del GNA hanno conquistato la base aerea strategica di Al-Watiyah vicino al confine tunisino.
 
Le forze di GNA e LNA combattevano per il controllo della strategica postazione aerea da oltre un mese. In generale, dall'inizio del 2020, la battaglia per la Libia nordoccidentale si è intensificata, con LNA e GNA che si scambiano offensive su larga scala. Nonostante gli sforzi delle Nazioni Unite per imporre un cessate il fuoco permanente, l'LNA e il GNA si sono accusati l'un l'altro di violare qualsiasi accordo che sia stato messo in atto.
 

Potrebbe anche interessarti

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA di Alberto Fazolo 28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

28 OTTOBRE 2022: APPELLO PER UN SECOLO ANTIFASCISTA

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso" di Antonio Di Siena Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico di Gilberto Trombetta Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Il sabotaggio Usa dei Nord Stream e la guerra per l'Artico

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia di Giuseppe Masala Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Digitalizzazione? Gli economisti e la "variabile" energia

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo di Paolo Pioppi Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti