La Russia pronta a calmare il mercato del gas

La Russia pronta a calmare il mercato del gas

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La Russia è pronta ad aiutare e a calmare il mercato del gas. Oggi i prezzi hanno cominciato a scendere per la prima volta da ottobre dopo il record scioccante raggiunto ieri, grazie alle poche parole pronunciate da Putin e alla sua proposta di aumentare le forniture del gas in Europa rispetto a quelle previste nei contratti. Un aiuto quindi da Putin, concreto, per calmare il mercato impazzito del gas – aumentando il pompaggio del gas nelle tubature e nelle vendite in borsa. In Germania, Klaus-Dieter Maubach, direttore della Uniper ha definito le parole di Putin “ il vaccino contro i prezzi alti del gas”.
 
Il fatto è che la Ue è passata alla politica dei contratti per il gas a breve termine e al commercio presso la borsa del gas.
 
Il commercio del gas in borsa non è efficace ed è gravido molti rischi - ha detto Putin – perché il gas non è come gli oggetti o il petrolio che si può produrre e conservare in attesa del momento buono del mercato”. La Russia è sempre stata a favore di contratti a lungo termine che escludono brusche variazioni del prezzo e garantiscono prevedibilità sia per l’acquirente che per il fornitore ma l’Europa ha scelto un’altra strada. L’Europa è diventata vittima della sua stessa politica, sin dal 2005 le direttive dell’Unione Europea hanno limitato le posizioni di Gazprom sul mercato dell’Ue, poi hanno preso la scelta “verde” e poi sono arrivati sul mercato del gas gli speculatori.
 
Ci sono stati molti tentativi di addossare la colpa della crisi del gas in Europa alla Russia, la solita stupida politica della russofobia, “l’Europa è ostaggio della Russia”, “la Russia usa il gas come un’arma”. Oggi il segretario di Stato americano Antony Blinken ha chiesto alla Russia di “non usare il gas come un’arma in politica estera”, colpisce molto il cinismo di chi ogni giorno usa come arma non solo le sanzioni e il dollaro, ma anche i bombardamenti degli Stati sovrani!
 
Ma la Russia non deve niente a nessuno in Europa, perché Gazprom è un fornitore affidabile, da 50 anni porta il gas in Europa e ha sempre adempiuto a tutti gli impegni presi e alle clausole dei contratti. Putin ha precisato che «Gazprom non ha mai rifiutato di aumentare le forniture di gas all'Europa, se richiesto».
 
Putin ha aggiunto che la Russia aumenta le forniture di gas all'Europa attraverso l'Ucraina, superando i volumi concordati in base al contratto di Gazprom con Kiev, nonostante il pompaggio attraverso l’obsoleto sistema ucraino non sia vantaggioso per la Russia.
 
Il problema è nato dal fatto che la Gran Bretagna ha portato i partner europei alla scelta di liberalizzare il mercato del gas e di rifiutare i contratti del gas a lungo termine, poi i britannici se ne sono lavati le mani abbandonando la Ue ma alla fine tutti quanti sono caduti nella rete che da soli hanno steso.

Marinella Mondaini

Marinella Mondaini

Scrittrice, giornalista, traduttrice. Vive e lavora a Mosca

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori di Giorgio Cremaschi Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Il golpe economico del 1992 e i suoi autori

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan... di Francesco Santoianni Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Quello che non vi dicono sull'Afghanistan...

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano di Savino Balzano Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Cara Meloni, i veri patrioti non strisciano

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino di Alberto Fazolo Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Gli aiuti non sono per il popolo ucraino

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa di Pasquale Cicalese 30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa

30 anni di pagliacci. E' il lavoro la misura di ogni cosa

La nuova psicologia del Totalitarismo di Damiano Mazzotti La nuova psicologia del Totalitarismo

La nuova psicologia del Totalitarismo

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"... di Antonio Di Siena In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

In Germania siamo già al "razionamento dell'acqua calda"...

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo di Gilberto Trombetta Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

Privatizzazioni e imprese di stato. Fact Checking completo

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli di Michelangelo Severgnini A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

A Parigi si prepara l'assedio di Tripoli

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti