I rinforzi della NATO iniziano ad arrivare in Kosovo

I rinforzi della NATO iniziano ad arrivare in Kosovo

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

"I rinforzi della NATO sono arrivati in Kosovo ieri, in seguito alle violenze non provocate e inaccettabili che hanno provocato il ferimento di quasi 40 truppe di mantenimento della pace della KFOR negli scontri della scorsa settimana. Circa 500 militari turchi della 65a brigata di fanteria meccanizzata di Turchia costituiranno la gran parte dei rinforzi della NATO", si legge in un nota della KFOR.

Secondo la dichiarazione, il battaglione turco sarà dispiegato in Kosovo per tutto il tempo necessario, mentre un ulteriore battaglione delle forze di riserva della NATO è stato anche messo in maggiore allerta per essere dispiegato se necessario.

Il 29 maggio, migliaia di serbi del Kosovo si sono recati negli edifici dell'amministrazione locale nei comuni di Zvecan, Leposaviq e Zubin Potok, chiedendo il ritiro della polizia kosovara e la rimozione dei sindaci di etnia albanese che si sono insediati in seguito a elezioni con un'affluenza alle urne estremamente bassa di sotto il 3,5% boicottato dai serbi. Sono state schierate anche truppe del contingente locale KFOR della NATO, dotate di dispositivi di dispersione della folla. La polizia ha usato gas lacrimogeni per disperdere le manifestazioni e scortare i sindaci nei municipi.

Almeno 52 serbi sono rimasti feriti negli scontri in Kosovo. I media hanno riferito che anche circa 41 soldati del contingente KFOR sono rimasti feriti.

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse di Clara Statello La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti