Francia. Agente uccide adolescente, duri scontri tra polizia e manifestanti

Francia. Agente uccide adolescente, duri scontri tra polizia e manifestanti

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Almeno 24 persone sono state arrestate a seguito dei violenti scontri avvenuti ieri sera tra la polizia e gli abitanti della città francese di Nanterre, situata nel dipartimento di Hauts-de-Seine. L'escalation delle tensioni è iniziata dopo l'omicidio di un adolescente da parte di un agente la mattina dello stesso giorno.

 

Secondo i media locali, durante i disordini, scoppiati inizialmente a poche centinaia di metri dall'abitazione della vittima, si sono verificati atti di vandalismo alle fermate degli autobus, cassoni della spazzatura sulle strade e diverse auto sono state date alle fiamme, oltre ad grande incendio che si è sviluppato nel centro del quartiere causato da arredo urbano, container e attrezzi presenti nell'area di cantiere. Inoltre, decine di persone hanno eretto barricate per impedire alle forze dell'ordine di entrare nell'area.

Da parte loro, le autorità francesi hanno dispiegato diverse unità di forze mobili in città, tra cui la polizia antisommossa CRS.

Si dice che gli agenti abbiano usato gas lacrimogeni per respingere la folla, mentre una persona ha riferito di essere stata ferita a un occhio da 'flash-ball' (LBD), armi che sparano proiettili di gomma e che sono solitamente utilizzate dalla polizia francese contro i manifestanti. 

L’assassinio dell’adolescente

I fatti sono accaduti poche ore dopo la morte di un adolescente di 17 anni per mano di un agente di polizia che ha usato la sua arma in quanto il ragazzo avrebbe rifiutato di obbedire al loro ordine di fermarsi. 

Poco dopo l'incidente, sui social media è apparso un video che mostrava il veicolo fermo con due poliziotti in piedi vicino al finestrino, e poi uno di loro puntava la pistola contro la vittima. Quando l'auto è ripartita, l'ufficiale ha aperto il fuoco a bruciapelo. Il proiettile ha colpito l'adolescente al petto e non sono riusciti a rianimarlo.

Da parte sua, Laurent Nunez, il prefetto della polizia di Parigi, ha detto a BFMTV che, secondo la versione della polizia, due agenti si sono avvicinati al "veicolo che aveva commesso diversi reati" per controllarlo, ma non si sono fermati.

"Questo veicolo inizialmente si è rifiutato di obbedire, poi è rimasto bloccato nel flusso del traffico, dove i due poliziotti hanno tentato di controllarlo. È stato a questo punto che l'autista, che aveva inizialmente spento il motore, ha riavviato il veicolo e ha tentato la fuga. In questo contesto, l'agente ha utilizzato la sua arma da fuoco", ha spiegato, aggiungendo che "c'è un'indagine che determinerà le circostanze in cui tutto ciò è avvenuto".

 

Inoltre, le autorità  hanno aperto due inchieste: una nei confronti della vittima per rifiuto di obbedire agli ordini e tentato omicidio di pubblico ufficiale, l'altra nei confronti dell'agente per omicidio volontario da parte di pubblico ufficiale. Il presunto poliziotto è già stato arrestato.

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio di Francesco Santoianni La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

La bufala dell'"accordo" sul fentanyl e le nuove guerre dell'oppio

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Sinistra o destra? Guerra di classe di Pasquale Cicalese Sinistra o destra? Guerra di classe

Sinistra o destra? Guerra di classe

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti di Andrea Puccio Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti