Ex CEO Lafarge: L'intelligence francese si è infiltrata nell’azienda ed ha collaborato con i terroristi in Siria

Ex CEO Lafarge: L'intelligence francese si è infiltrata nell’azienda ed ha collaborato con i terroristi in Siria

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

In un'intervista a Liberation pubblicata ieri, Bruno Lafont, ex amministratore delegato di Lafarge, ha accusato l'intelligence francese di essersi infiltrata nell'azienda in Siria, dove ha collaborato con gruppi estremisti, tra i quali l'Isis.

"Le autorità francesi ci hanno incoraggiato a mantenere le nostre attività in Siria", ha detto nell'intervista.

Bruno Lafont era tra gli otto dirigenti di Lafarge che sono stati processati per i loro presunti crimini contro l'umanità e il finanziamento di gruppi estremisti, incluso l'ISIS, oltre ad aver messo in pericolo la vita dei dipendenti.

La fabbrica della società industriale francese ha continuato a operare in Siria nonostante i gruppi estremisti abbiano conquistato vaste aree del paese fino alla chiusura definitiva della sua fabbrica a Jalabiya, Aleppo, nel settembre 2014.

Il 18 ottobre 2022, Lafarge, che è entrata a far parte di Holcim quotata in Svizzera nel 2015, si è dichiarata colpevole delle accuse statunitensi di aver effettuato pagamenti a gruppi estremisti in Siria.

Tuttavia, dopo un lungo silenzio, l'ex amministratore delegato ora afferma che i servizi segreti francesi hanno dato l'ordine di continuare le operazioni.

“È chiaro che tra la storia che abbiamo raccontato all'inizio, quella che dice che Lafarge, per motivi puramente lucrativi, avrebbe finanziato gruppi terroristici in Siria tra il 2013 e il 2014, e quello che scopriamo oggi, la situazione è totalmente diversa" ha precisato.

“Apprendiamo che c'era un rapporto speciale tra lo Stato francese ei suoi servizi, e Lafarge (…). Uno dei motivi per cui lo stato si è interessato a noi è stato che il sito della fabbrica era davvero un luogo strategico per la coalizione antiterrorismo e per la Francia. Questo è il motivo per cui, credo, le autorità ci hanno incoraggiato, almeno, a mantenere le nostre attività in Siria", ha aggiunto.

Lafont ora spera di poter rilasciare una dichiarazione davanti a un tribunale francese, che in precedenza lo aveva accusato e condannato per presunto pagamento tra 4,8 e 10 milioni di euro a gruppi estremisti in Siria nel 2013 e nel 2014.

Dopo che il gruppo svizzero Holcim ha rilevato Lafarge, la società ha accettato di pagare una multa di 778 milioni di dollari agli Stati Uniti e si è dichiarata colpevole di sostenere organizzazioni terroristiche.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Strage di Suviana e la logica del capitalismo di Paolo Desogus Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Strage di Suviana e la logica del capitalismo

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso di Fabrizio Verde Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

Tra neoliberismo e NATO: l'Argentina sull'orlo dell'abisso

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda di Geraldina Colotti Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

Trent’anni fa, il genocidio in Ruanda

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Lenin, un patriota russo di Leonardo Sinigaglia Lenin, un patriota russo

Lenin, un patriota russo

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso di Giorgio Cremaschi Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il PD e M5S votano per la guerra nel Mar Rosso

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte di Francesco Santoianni Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

Il caso "scientifico" dell'uomo vaccinato 217 volte

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Liberal-Autocrazie di Giuseppe Giannini Liberal-Autocrazie

Liberal-Autocrazie

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare di Michelangelo Severgnini Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Togg fii: l’Africa è un posto dove restare

Il primo dei poveri di Pasquale Cicalese Il primo dei poveri

Il primo dei poveri

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

La crisi nel Corno d’Africa di Paolo Arigotti La crisi nel Corno d’Africa

La crisi nel Corno d’Africa

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti