Eurotitanic: l'annuncio della BCE che porta l'Italia verso l'iceberg

Eurotitanic: l'annuncio della BCE che porta l'Italia verso l'iceberg

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

L'AntiDiplomatico è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel nostro canale e rimanere aggiornato

 

 
La BCE ha annunciato che terminerà il PEPP, il programma di acquisto dei titoli di stato varato in occasione dello scoppio della crisi legata alla gestione del Covid, a marzo del prossimo anno¹.
 
Cioè tra 4 mesi.
 
Si passerà quindi da una media di circa 100 miliardi di acquisti mensili a 20 miliardi.
 
 
Uno scenario che alla luce anche della fiammata inflattiva (aggravata prevalentemente dalle scellerate scelte di politica energetica della stessa Unione Europea) che stiamo vivendo peggiorerà la crisi verso cui la UE ci sta per fare schiantare.
 
Avremo quindi una drastica diminuzione degli acquisti dei titoli di stato da parte della BCE, il conseguente e asimmetrico aumento dei tassi di interesse passivi sul debito (e, quindi, dello spread), il ritorno in tutto il suo splendore del Patto di stabilità e crescita (taglio della spesa pubblica e ritorno degli avanzi primari).
 
Il tutto, come detto, in un contesto di inflazione esogena (dovuta cioè a cause esterne all’Italia, ma solo in parte esterne alla UE).
 
La classica tempesta perfetta.
 
E se sentite una musica in lontananza, non stupitevi. È perfettamente normale.
 
È quella dell’orchestra del Titanic che continua a suonare mentre la nave si dirige a massima velocità contro l’iceberg.
 
 

L'AntiDiplomatico è anche su Telegram. Clicca qui per entrare nel nostro canale e rimanere aggiornato

Gilberto Trombetta

Gilberto Trombetta

43 anni, giornalista politico economico e candidato Sindaco di Roma con la lista Riconquistare l'Italia del Fronte Sovranista Italiano

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO di Giorgio Cremaschi 28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

28 maggio, Strage di Brescia: il silenzio omertoso sulla NATO

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'" di Marinella Mondaini Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Le onorificenze ai russi, Di Maio e l'"indegnita'"

Sulla Denazificazione dell'Ucraina di Daniele Lanza Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Sulla Denazificazione dell'Ucraina

Buoni a nulla di Alberto Fazolo Buoni a nulla

Buoni a nulla

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda di Giuseppe Masala "Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

"Crisi ucraina": perché Rosa Luxemburg tornerà di moda

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi di Damiano Mazzotti Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Deep State. Lo Stato più profondo e i governi più pericolosi

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire di Antonio Di Siena Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

Contrordine compagni. Putin non è più sul punto di morire

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA di Gilberto Trombetta VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

VINCOLO ESTERNO VS SOVRANITÀ: LA BATTAGLIA DI UNA VITA

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo di Michelangelo Severgnini Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Armi puntate su Tripoli: la Libia sull'orlo

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti