Con la speranza che questa sia l’ultima Pasqua in catene

Con la speranza che questa sia l’ultima Pasqua in catene

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Antonio Di Siena 
 

Ricordati che sei stato schiavo nel paese d'Egitto.


 

Questi sono i giorni di Pesach, la Pasqua ebraica, antichissima festa da cui il rito cristiano trae origine. Celebra l’esodo degli israeliti e la liberazione di un popolo, la gente di Mosè, uscito dal paese d’Egitto per costruire il suo futuro nella terra d’Israele.


Il mio augurio per la Pasqua che viene è un pensiero rivolto a tutti gli italiani, credenti e non.


Affinché comprendano il senso profondamente politico di questa Pasqua diversa da tutte le altre, perché spogliata delle sue millenarie celebrazioni.


E faccia crescere in loro la consapevolezza che il nostro Paese potrà avere un futuro solo se deciderà di rompere le sue catene e mettersi in cammino.


Con la consapevolezza che la meta è lontana e per raggiungerla bisognerà affrontare una lunghissima traversata nel deserto.


Un faticoso cammino fatto di stenti, privazioni e divisioni, durante il quale molti potranno perdere la fede e provare nostalgia per “i pesci che mangiavano gratuitamente in Egitto” (Nm 11,5).


Ma la differenza fra chi si guarda indietro e quanti proseguono verso la meta sta tutta qui.


Ed è la stessa che passa fra quelli che preferiscono la schiavitù e chi invece ha il coraggio di prendere il cammino della libertà.


Buona Pasqua a tutti.


Con la speranza che questa sia l’ultima in catene e la prossima la prima da popolo di nuovo libero.

L'agenda Draghi-Meloni di Giorgio Cremaschi L'agenda Draghi-Meloni

L'agenda Draghi-Meloni

L’Iran come la Siria nel 2011? di Francesco Santoianni L’Iran come la Siria nel 2011?

L’Iran come la Siria nel 2011?

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE di Marinella Mondaini L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

L'Ambasciatore russo "convocato" dalla Farnesina su ordine dell'UE

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)   di Bruno Guigue Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Combattere l'imperialismo significa nominarlo (e smascherarlo)

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso" di Antonio Di Siena Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Gas a questi prezzi. "L'euro non ha più senso"

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona di Thomas Fazi Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Draghi o non Draghi, resta la gabbia dell'eurozona

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva? di Michelangelo Severgnini Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Libia, l'Italia si prepara alla guerra preventiva?

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube di  Leo Essen I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

I 25 anni di Google e il potere "ipnotico" di YouTube

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo di Paolo Pioppi Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Donbass: la sinistra europea che copre l'imperialismo

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra di Damiano Mazzotti Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Populismo terminale. La dispersione della sinistra e della destra

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti