Palestinese uccisa: Appello a Intifida di FPLP e Jihad islamica contro Israele

Palestinese uccisa: Appello a Intifida di FPLP e Jihad islamica contro Israele

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

I gruppi della Resistenza Palestinese hanno lanciato l'appello una nuova Intifada (rivolta), in seguito all'omicidio di una donna palestinese da parte delle forze israeliane.

Ieri, i soldati israeliani hanno ucciso a colpi di arma da fuoco la 27enne Ebtesam Khaled Kaabneh al checkpoint di Qalandia, nel nord della città di Al-Quds (Gerusalemme).

La Jihad islamica palestinese e il Fronte popolare per la liberazione della Palestina (FPLP), in dichiarazioni separate, riportate da HispanTV, hanno condannato il crimine di Israele e hanno chiesto di intensificare la lotta contro le forze israeliane nelle terre occupate.

"Questo crimine costringe tutti i palestinesi a intensificare la lotta e ad attaccare gli occupanti, in particolare, alle stazioni della morte [riferendosi ai checkpoint israeliani] stabilite in tutte le aree della Cisgiordania e di Al-Quds", ha ribadito la Jihad islamica palestinese in una dichiarazione.

Il movimento palestinese ha anche ripudiato il silenzio ermetico delle organizzazioni per i diritti umani e dei paesi che apparentemente dicono di preoccuparsene. "Questo silenzio costituisce un ombrello per la protezione del terrorismo, che incoraggia il regime occupante uccidendo i palestinesi", ha denunciato.

Il FPLP, a sua volta, ha classificato l'assassinio come "un anello in più nella catena dei crimini del nemico fascista" .

“La Resistenza sarà la nostra risposta a questo crimine efferato. La Resistenza è lo scudo e la spada affilata della nostra nazione davanti ai coloni e al loro esercito criminale” , ha affermato nella sua nota il Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina.

Allo stesso modo, ha esortato tutti i palestinesi a trasformare tutti i checkpoint israeliani in "una massa di fuoco sotto i piedi dei sionisti".

L'omicidio della giovane palestinese è avvenuto poco dopo che le forze israeliane hanno sparato e ucciso un adolescente di 15 anni, che protestava contro l'espansione di un insediamento illegale a Beita, a sud della città di Nablus in Cisgiordania.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi di Giorgio Cremaschi I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi

I diversi modi di licenziare e quello unico di essere servi

Thomas Piketty, la Cina e Noi   di Bruno Guigue Thomas Piketty, la Cina e Noi

Thomas Piketty, la Cina e Noi

La Stampa parla apertamente di "governo militare" di Thomas Fazi La Stampa parla apertamente di "governo militare"

La Stampa parla apertamente di "governo militare"

L'agenda politica dietro il "lasciapassare" di Antonio Di Siena L'agenda politica dietro il "lasciapassare"

L'agenda politica dietro il "lasciapassare"

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti