La Russia avverte: gli Stati Uniti alimentano le tendenze separatiste in Siria

La Russia avverte: gli Stati Uniti alimentano le tendenze separatiste in Siria

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Durante una conferenza stampa congiunta con il Segretario per i Rapporti con gli Stati del Vaticano, l'arcivescovo Paul Richard Gallagher, a Mosca, il massimo diplomatico russo Sergey Lavrov ha avvertito che il problema del separatismo curdo potrebbe “esplodere” in tutta l'Asia occidentale regione a causa della politica statunitense.

"Raccomanderei ai curdi di non soccombere ai flirt che i nostri colleghi americani continuano nei loro rapporti... stanno aprendo la strada per alimentare le tendenze separatiste nella Repubblica araba siriana orientale e stanno cercando di rendere questi piani seriamente irritanti che mira agli interessi di preservare uno stato siriano unito” , ha sottolineato.

Il ministro degli Esteri russo ha denunciato che questa politica degli Stati Uniti riguarda "giochi pericolosi che possono far esplodere molto seriamente il problema curdo in tutta la regione, poiché la sua dimensione include non solo la Siria, ma anche altri Paesi".

Inoltre, ha esortato gli stati occidentali a smettere di "sabotare" il ritorno dei rifugiati siriani.

"I paesi occidentali devono cessare il loro comportamento sovversivo e non minare gli sforzi del governo siriano per creare le condizioni per il ritorno degli sfollati", ha affermato Lavrov.

Ha anche invitato questi paesi a porre fine alle "sanzioni unilaterali illegali" che impongono continuamente alla Siria, soprattutto nel mezzo della nuova pandemia di coronavirus, che causa il COVID-19, e a rispettare la sovranità e l'integrità territoriale. Paese.

Damasco, che per anni ha contrastato i complotti degli Stati Uniti e del regime israeliano per stabilire uno stato curdo "indipendente", considera tali piani come segregazionisti e promette di contrastare qualsiasi piano secessionista sul proprio territorio nazionale.

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista di Francesco Erspamer  Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Sa(n)remo arruolati in guerra di Giorgio Cremaschi Sa(n)remo arruolati in guerra

Sa(n)remo arruolati in guerra

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?   di Bruno Guigue Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'(ancien) Regime di Antonio Di Siena L'(ancien) Regime

L'(ancien) Regime

C'era una volta il servizio sanitario nazionale di Gilberto Trombetta C'era una volta il servizio sanitario nazionale

C'era una volta il servizio sanitario nazionale

I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara di Michelangelo Severgnini I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara

I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano di Pasquale Cicalese Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente di Damiano Mazzotti Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente