Ecuador: l'ex presidente Lenin Moreno ha falsificato le prove per far imprigionare Glas

Ecuador: l'ex presidente Lenin Moreno ha falsificato le prove per far imprigionare Glas

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Nuove evidenze circa le azioni di lawfare in Ecuador contro gli esponenti della sinistra legati all’ex presidente Rafael Correa. L'ex deputato Abdalá Jaime Bucaram Pulley (Dalo) ha ammesso che l'ex presidente dell'Ecuador, Lenín Moreno (eletto con i voti della sinistra ma poi passato armi e bagagli nel campo della destra neoliberista), gli ha consegnato la memoria flash manipolata, utilizzata per condannare l'ex vicepresidente Jorge Glas a 6 anni di carcere, per il caso Odebrecht.

Nel corso di un'intervista, Bucaram Pulley ha dichiarato che nel 2017, nel lussuoso Hotel del Parque di Samborondón, ha avuto un incontro segreto con l'allora presidente Lenín Moreno, dove gli ha consegnato una chiavetta manipolata e gli ha chiesto di non rivelare la fonte.

Un fatto estremamente importante nella vicenda dato che la chiavetta è stata la principale prova utilizzata dalla Procura per condannare il vicepresidente Glas a 6 anni di carcere con l’accusa di associazione illecita nel caso Odebrecht.

"Me ne pento. Sono stato usato in modo miserabile dall'ex presidente Moreno. Mi hanno costretto a far parte di un piano malevolo contro alcune famiglie del precedente governo. Un piano di Moreno, dell'ex ministro María Paula Romo e della sua cerchia politica", ha ammesso Dalo.

Il politico e avvocato ha anche reso noto che durante l'analisi degli esperti si è scoperto che il dispositivo era stato manipolato da membri del governo stesso. "Sostenevano che la chiavetta contenesse la 'traccia del denaro' e volevano che la consegnassi solo per far sì che la denuncia arrivasse da un soggetto esterno. Ma l'analisi degli esperti ha dimostrato che i membri del governo hanno manipolato il dispositivo e le informazioni sono state falsificate sui loro computer", ha spiegato Bucaram.

Ha poi spiegato che questa mossa non era solo finalizzata a danneggiare Jorge Glas, ma anche tutti coloro che rappresentavano il ‘correismo’. "Sono convinto che Moreno abbia perseguitato Glas e (Rafael) Correa".

Va ricordato che questa mendace accusa di corruzione ha inizialmente portato a una condanna a sei anni di carcere per l'ex vicepresidente Glas. Ma nel dicembre 2022, quindi più di quattro anni dopo, un'ordinanza del tribunale della provincia di Santo Domingo de los Tsáchilas lo rimesso in libertà.

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Una rosa bianca in onore di José Martí di Geraldina Colotti Una rosa bianca in onore di José Martí

Una rosa bianca in onore di José Martí

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

 COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA di Leonardo Sinigaglia  COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

COSA PREVEDE LA RIFORMA DELLA LEGGE SOCIETARIA IN CINA

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington? di Giacomo Gabellini Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

Armi ad Israele: a che gioco sta giocando Washington?

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico" di Marinella Mondaini FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

FT - Nell'UE si teme ora "l'effetto Fico"

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

La violenza del capitale di Giuseppe Giannini La violenza del capitale

La violenza del capitale

Toti e quei reati "a fin di bene" di Antonio Di Siena Toti e quei reati "a fin di bene"

Toti e quei reati "a fin di bene"

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti di Gilberto Trombetta Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Mercato "libero" e vincolo interno: uno studio di Assoutenti

Gli ultimi dati del commercio estero cinese di Pasquale Cicalese Gli ultimi dati del commercio estero cinese

Gli ultimi dati del commercio estero cinese

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard di Paolo Arigotti Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Gaza (e Cisgiordania), tra massacri e doppi standard

Thomas Piketty e il capitalismo finanziario di Michele Blanco Thomas Piketty e il capitalismo finanziario

Thomas Piketty e il capitalismo finanziario

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti