Deputata messicana chiede che Messi sia dichiarato "persona non grata" per il suo "disprezzo" nei confronti del paese

Deputata messicana chiede che Messi sia dichiarato "persona non grata" per il suo "disprezzo" nei confronti del paese

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La deputata messicana María Clemente García ha proposto di dichiarare la stella del calcio Lionel Messi "persona non grata" per il suo "evidente disprezzo" nei confronti del Messico, dopo che il calciatore avrebbe calpestato una maglietta della nazionale messicana il 26 novembre scorso al termine della partita tra le squadre dei due Paesi latinoamericani, vinta dall'Argentina per 2-0.

Nella sua proposta, pubblicata sulla Gazzetta ufficiale del Parlamento, García fa riferimento a un video registrato negli spogliatoi in cui si vedono gli argentini festeggiare la vittoria. "Era visibile la presenza di una maglietta corrispondente alla divisa di un giocatore messicano sul pavimento, che veniva calpestata, e poi presa a calci con disprezzo, da Lionel Messi", si legge nel testo.

"Ha mostrato non solo un evidente disprezzo, ma anche una mancanza di rispetto per i colori che alludono a quelli che compongono la nostra bandiera nazionale", ha detto il deputato, che ha sottolineato la "rilevanza pubblica e mediatica" dell'argentino.

García, che appartiene a Morena, il partito del presidente Andrés Manuel López Obrador, ritiene che da "una prospettiva sovrana si possa considerare un comportamento che costituisce un affronto all'identità nazionale".

Questo è quanto pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del Parlamento:

"La Camera dei Deputati dell'Onorevole Congresso dell'Unione sollecita rispettosamente il Ministero degli Affari Esteri ad emettere la corrispondente dichiarazione al fine di dichiarare come persona non grata nel territorio degli Stati Uniti del Messico il cittadino di nazionalità argentina e spagnola, Lionel Andrés Messi Cuccittini, a causa del suo manifesto disprezzo e mancanza di rispetto per il Messico durante la Coppa del Mondo di sabato 26 novembre 2022".

La proposta è stata presentata il 29 novembre scorso e fornisce un breve resoconto della carriera di Lionel Messi, descritto come "un calciatore professionista argentino di grande rilevanza internazionale" e sottolinea le sue prestazioni come capitano della nazionale argentina.

Il video in questione mostra Messi negli spogliatoi e davanti a lui, sul pavimento, la maglia che il capitano messicano Andrés Guardado gli ha regalato. A un certo punto, mentre si toglie le scarpe da ginnastica, sfiora la camicia per terra. Un gesto a cui la maggior parte delle persone non ha dato importanza. 

Riguardo alla polemica, Messi ha assicurato che si è trattato di un malinteso. "Chi mi conosce sa che non manco mai di rispetto a nessuno, fa parte dello spogliatoio lasciare la maglia lì. Non c'è altro da aggiungere. Non devo nemmeno scusarmi perché non credo di aver mancato di rispetto al popolo messicano o alla sua ‘camiseta’, o a chiunque altro. Tutto qui, non è successo nulla”. 

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Alle armi siam... Von Der Leyen Alle armi siam... Von Der Leyen

Alle armi siam... Von Der Leyen

Lula e la causa palestinese di Fabrizio Verde Lula e la causa palestinese

Lula e la causa palestinese

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA" LAD EDIZIONI 3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

3 LIBRI PER "CAPIRE LA PALESTINA"

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula di Geraldina Colotti Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

Gaza. L'America Latina progressista si stringe intorno a Lula

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

Brecht e il Festival di Sanremo di Francesco Erspamer  Brecht e il Festival di Sanremo

Brecht e il Festival di Sanremo

Saras in mani stranieri e non è una notizia? di Paolo Desogus Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Saras in mani stranieri e non è una notizia?

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia di Giorgio Cremaschi Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

Unrwa, una vergogna (storica) per l'Italia

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni) di Giuseppe Giannini Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Una democrazia dell'apparenza (la violenza delle istituzioni)

Autonomia differenziata e falsa sinistra di Antonio Di Siena Autonomia differenziata e falsa sinistra

Autonomia differenziata e falsa sinistra

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE di Gilberto Trombetta L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

L'INDUSTRIA AUTOMOBILISTICA E L'INTERESSE NAZIONALE

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ di Michelangelo Severgnini SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

SHUGALEY NO, IL TESTIMONE SÌ

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti di Andrea Puccio Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Cuba: dal primo marzo riforma del prezzo dei carburanti

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba di Hernando Calvo Ospina Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Le manovre USA per screditare le Forze Armate Rivoluzionarie di Cuba

Il Rubicone della NATO di Giuseppe Masala Il Rubicone della NATO

Il Rubicone della NATO

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti