Deputata messicana chiede che Messi sia dichiarato "persona non grata" per il suo "disprezzo" nei confronti del paese

Deputata messicana chiede che Messi sia dichiarato "persona non grata" per il suo "disprezzo" nei confronti del paese

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

La deputata messicana María Clemente García ha proposto di dichiarare la stella del calcio Lionel Messi "persona non grata" per il suo "evidente disprezzo" nei confronti del Messico, dopo che il calciatore avrebbe calpestato una maglietta della nazionale messicana il 26 novembre scorso al termine della partita tra le squadre dei due Paesi latinoamericani, vinta dall'Argentina per 2-0.

Nella sua proposta, pubblicata sulla Gazzetta ufficiale del Parlamento, García fa riferimento a un video registrato negli spogliatoi in cui si vedono gli argentini festeggiare la vittoria. "Era visibile la presenza di una maglietta corrispondente alla divisa di un giocatore messicano sul pavimento, che veniva calpestata, e poi presa a calci con disprezzo, da Lionel Messi", si legge nel testo.

"Ha mostrato non solo un evidente disprezzo, ma anche una mancanza di rispetto per i colori che alludono a quelli che compongono la nostra bandiera nazionale", ha detto il deputato, che ha sottolineato la "rilevanza pubblica e mediatica" dell'argentino.

García, che appartiene a Morena, il partito del presidente Andrés Manuel López Obrador, ritiene che da "una prospettiva sovrana si possa considerare un comportamento che costituisce un affronto all'identità nazionale".

Questo è quanto pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del Parlamento:

"La Camera dei Deputati dell'Onorevole Congresso dell'Unione sollecita rispettosamente il Ministero degli Affari Esteri ad emettere la corrispondente dichiarazione al fine di dichiarare come persona non grata nel territorio degli Stati Uniti del Messico il cittadino di nazionalità argentina e spagnola, Lionel Andrés Messi Cuccittini, a causa del suo manifesto disprezzo e mancanza di rispetto per il Messico durante la Coppa del Mondo di sabato 26 novembre 2022".

La proposta è stata presentata il 29 novembre scorso e fornisce un breve resoconto della carriera di Lionel Messi, descritto come "un calciatore professionista argentino di grande rilevanza internazionale" e sottolinea le sue prestazioni come capitano della nazionale argentina.

Il video in questione mostra Messi negli spogliatoi e davanti a lui, sul pavimento, la maglia che il capitano messicano Andrés Guardado gli ha regalato. A un certo punto, mentre si toglie le scarpe da ginnastica, sfiora la camicia per terra. Un gesto a cui la maggior parte delle persone non ha dato importanza. 

Riguardo alla polemica, Messi ha assicurato che si è trattato di un malinteso. "Chi mi conosce sa che non manco mai di rispetto a nessuno, fa parte dello spogliatoio lasciare la maglia lì. Non c'è altro da aggiungere. Non devo nemmeno scusarmi perché non credo di aver mancato di rispetto al popolo messicano o alla sua ‘camiseta’, o a chiunque altro. Tutto qui, non è successo nulla”. 

 

La Redazione de l'AntiDiplomatico

La Redazione de l'AntiDiplomatico

L'AntiDiplomatico è una testata registrata in data 08/09/2015 presso il Tribunale civile di Roma al n° 162/2015 del registro di stampa. Per ogni informazione, richiesta, consiglio e critica: info@lantidiplomatico.it

Potrebbe anche interessarti

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista di Francesco Erspamer  Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Sa(n)remo arruolati in guerra di Giorgio Cremaschi Sa(n)remo arruolati in guerra

Sa(n)remo arruolati in guerra

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?   di Bruno Guigue Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'(ancien) Regime di Antonio Di Siena L'(ancien) Regime

L'(ancien) Regime

I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara di Michelangelo Severgnini I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara

I libici assaltano il complesso dell'Eni a Zuwara

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano di Pasquale Cicalese Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Il "salto tecnologico" cinese e il plusvalore marxiano

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente di Damiano Mazzotti Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente