CONTRO LE DELOCALIZZAZIONI PER DAVVERO

CONTRO LE DELOCALIZZAZIONI PER DAVVERO

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

 

Oggi vengono a Roma gli operai della GKN. Avranno un incontro al MISE nel quale si spera compaia il desaparecido ministro Giorgetti. Ma prima saranno in piazza del Pantheon, per sostenere la presentazione di un progetto di legge contro la delocalizzazioni elaborato da loro stessi con le rigorose competenze di un gruppo di giuristi democratici. A differenza dei fantomatici progetti di legge del ministro Orlando, ora in via di riscrittura dalla Confindustria, la legge GKN le delocalizzazioni e le chiusure si propone di bloccarle davvero.

La legge è semplice: le aziende sopra i 100 dipendenti e tutte quelle che hanno fatto licenziamenti per ristrutturazione nei due anni precedenti, che vogliano fermare l’attività , PRIMA DI CHIUDERE dovranno partecipare, ovviamente con soldi adeguati, a elaborare un piano di salvaguardia dell’occupazione e della produzione, coinvolgendo i lavoratori e dove necessario lo stato. Senza un piano adeguato approvato dai lavoratori e dalle istituzioni, l’azienda non potrà chiudere e soprattutto non potrà licenziare . Insomma un progetto di legge che mette alla prova tutte le dichiarazioni di padroni e governanti, che promettono mega soluzioni occupazionali in cambio della chiusura. Davvero ci sono soluzioni alternative per tutti i lavoratori? Bene prima le trovate e le presentate con un piano credibile e poi cessate la produzione. Semplice no? Ma ovviamente ci sarà da lottare perché sinora padroni e governo Draghi, oltre ai blablabla propongono i licenziamenti e basta.

Matteo Mantero , senatore che ha aderito a #PoterealPopolo , e Yana Ehm , che alla Camera aderisce al gruppo misto, presenteranno la legge GKN in entrambi i rami del Parlamento. Altri parlamentari hanno promesso di condividere la legge, vedremo in concreto. Intanto c’è bisogno del massimo sostegno a questa proposta, che serve a tutte le decine di migliaia di lavoratori che rischiano di finire in mezzo alla strada, con il governo e la politica che a guardano da un’altra parte.

Scendiamo in piazza ora a Roma , ci torneremo in tutto il paese l’11 ottobre con lo sciopero generale dei sindacati di base e poi andremo avanti. Contro lo sfruttamento, le delocalizzazioni, I licenziamenti, per davvero.

 

Giorgio Cremaschi

Giorgio Cremaschi

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire di Francesco Erspamer  Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

Proporzionale puro. La prima lotta politica da cui ripartire

L'opposizione al capitale che non c'è di Paolo Desogus L'opposizione al capitale che non c'è

L'opposizione al capitale che non c'è

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale di Giorgio Cremaschi Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Oggi Alitalia chiude. 10000 licenziamenti, un massacro sociale

Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer di Francesco Santoianni Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer

Il gioco delle tre carte sulle scadenze dei vaccini Pfizer

Per me questa è resistenza di Savino Balzano Per me questa è resistenza

Per me questa è resistenza

Caffè: i prezzi andranno alle stelle di  Leo Essen Caffè: i prezzi andranno alle stelle

Caffè: i prezzi andranno alle stelle

In Cina i salari crescono più del Pil di Pasquale Cicalese In Cina i salari crescono più del Pil

In Cina i salari crescono più del Pil

Il Nodo gordiano dei Taleban Il Nodo gordiano dei Taleban

Il Nodo gordiano dei Taleban

Paolo Mieli e la dittatura antifascista di Antonio Di Siena Paolo Mieli e la dittatura antifascista

Paolo Mieli e la dittatura antifascista

"Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund di Gilberto Trombetta "Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund

"Avanzi primari". Inizia la fase 2 del Recovery Fund

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti