Chi era Gianni Agnelli? Guardatevi intorno l'Italia di oggi gli somiglia (e deve) molto

Chi era Gianni Agnelli? Guardatevi intorno l'Italia di oggi gli somiglia (e deve) molto

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!

Cento anni fa nasceva Gianni Agnelli, l'avvocato, l'uomo dai mille vezzi, alcuni ridicoli - come l'orologio al polsino -, l'amico di quel politico democratico specchiato che è stato Henry Kissinger, l'allievo di Vittorio Valletta - quello che schedava gli operai comunisti -, il padrone della Juventus e della Fiat.
 
Si diceva di lui che avesse un grande fascino. Ma quando sei potente e ricco sfondato non è difficile avere una ascendente sugli altri, specie tra coloro che hanno in animo l'impulso al servilismo. E in Italia non sono pochi.
 
Ma per carità, io sono di parte, e per me Gianni Agnelli rappresenta il peggio dell'Italia, rappresenta la borghesia che cerca di diventare aristocrazia e che pretende che i propri privilegi - non di rado parassitari - diventino qualcosa di naturale, di sancito per legge.
 
Però ripeto, sono di parte, la mia parola non fa testo. Se volete sapere chi è Agnelli allora guardatevi intorno: l'Italia di oggi gli deve molto, gli somiglia tanto. È l'Italia in cui Gianni Agnelli e la sua idea di paese hanno vinto. Bella, no?

Paolo Desogus

Paolo Desogus

Professore associato di letteratura italiana contemporanea alla Sorbonne Université, autore di Laboratorio Pasolini. Teoria del segno e del cinema per Quodlibet.

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein? di Francesco Erspamer  Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Francesco Erspamer - Vittoria di Meloni? Successo di Schlein?

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito di Geraldina Colotti Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

Sostegno a Maduro al campeggio antimperialista a Frassanito

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse di Clara Statello La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

La corsa (imperterrita) dell'occidente verso l'Apocalisse

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi di Giovanna Nigi "11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

"11 BERSAGLI" di Giovanna Nigi

L'Unione Europea nella percezione degli italiani di Leonardo Sinigaglia L'Unione Europea nella percezione degli italiani

L'Unione Europea nella percezione degli italiani

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics di Marinella Mondaini Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

Le sanzioni alla Borsa di Mosca e il futuro dei Brics

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia di Alberto Fazolo Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Ucraina. Il vero motivo di rottura tra Italia e Francia

Un establishment a corto di credibilità di Giuseppe Giannini Un establishment a corto di credibilità

Un establishment a corto di credibilità

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO) di Michelangelo Severgnini "L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

"L'URLO DAY": IL 25 GIUGNO A ROMA AL TEATRO FLAVIO (COMUNICATO)

A cosa serve la proposta di Putin di oggi di Giuseppe Masala A cosa serve la proposta di Putin di oggi

A cosa serve la proposta di Putin di oggi

La foglia di Fico di  Leo Essen La foglia di Fico

La foglia di Fico

Lenin fuori dalla retorica di Paolo Pioppi Lenin fuori dalla retorica

Lenin fuori dalla retorica

Registrati alla nostra newsletter

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti i nostri aggiornamenti