Botta e risposta Schnabel-Lagarde. Nella Bce ormai comunicano solo attraverso i giornali

Botta e risposta Schnabel-Lagarde. Nella Bce ormai comunicano solo attraverso i giornali

I nostri articoli saranno gratuiti per sempre. Il tuo contributo fa la differenza: preserva la libera informazione. L'ANTIDIPLOMATICO SEI ANCHE TU!


di Giuseppe Masala
 

Ieri Isabel Schnabel ha concesso un'intervista al quotidiano olandese NRC Handelsblad e oggi risponde sul Financial Times la Lagarde. Sono giorni di fuoco.


 

La prima ieri ha sostenuto che la crisi in Europa è meno grave di quanto si poteva pensare all'inizio dell'epidemia. Tradotto vuol dire che la Valchiria del Board della Bce vuole che i 1350 mld di Pepp siano da considerare come una soglia massima e che comunque la misura va interrotta per la metà del 2021. E per fortuna che la Schnabel è considerata la colomba della rappresentanza tedesca nel board della Bce (l'altro è Herr Weidmann, e come la pensa già ve lo spiegato).
 

Oggi, dicevo, risponde la Lagarde dal Financial Times e prova a buttarla sul verde e sul cambiamento climatico per prorogare il flusso di danaro che si immette dalla Bce verso il sistema finanziario europeo e di cui i sistemi dei paesi latini in particolare hanno estremo bisogno per evitare il collasso.
 

Insomma, questi continuano a botta e risposta attraverso i quotidiani europei. Secondo me manco si telefonano. Herr Weidmann è da qualche giorno silenzioso dopo il profluvio di parole degli ultimi mesi. Aspetta la conclusione delle trattative per decidere in merito all'esecuzione della sentenza di Karlsruhe. Perchè, è chiaro, che le trattative sono febbrili.
 

Tutto questo avviene nel silenzio della stampa italiana. Una cosa mortificante. L'unica partita che conta è questa. Chi crede che il futuro dell'Italia si giochi sulle linee del Mes e sul Recovery Fund è un imbecille o un ignorante. Tutto sta a quello che decidono i Signori della Moneta di Francoforte.

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista di Francesco Erspamer  Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Ma quale fascismo, quello di Meloni è il classico liberismo atlantista

Sa(n)remo arruolati in guerra di Giorgio Cremaschi Sa(n)remo arruolati in guerra

Sa(n)remo arruolati in guerra

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?   di Bruno Guigue Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

Russia-Occidente: uno scontro di civiltà?

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri di Savino Balzano L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'austerità di Bruxelles e la repressione come spettri

L'(ancien) Regime di Antonio Di Siena L'(ancien) Regime

L'(ancien) Regime

Migranti, petrolio e milizie: il gioco delle 3 carte del Fatto Quotidiano di Michelangelo Severgnini Migranti, petrolio e milizie: il gioco delle 3 carte del Fatto Quotidiano

Migranti, petrolio e milizie: il gioco delle 3 carte del Fatto Quotidiano

I giornali preparano la (solita) trappola mortale di Pasquale Cicalese I giornali preparano la (solita) trappola mortale

I giornali preparano la (solita) trappola mortale

I Sonnambuli di oggi  di Giuseppe Masala I Sonnambuli di oggi

I Sonnambuli di oggi

Gorbachev: ritorno alla terra di Daniele Lanza Gorbachev: ritorno alla terra

Gorbachev: ritorno alla terra

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente di Damiano Mazzotti Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente

Irriducibili. Viaggio all’interno della fisica e della mente